Home / RECENSIONI / Animazione / The Tunnel to Summer, the Exit of Goodbyes – Un Viaggio Emotivo tra Spazio e Tempo – Recensione

The Tunnel to Summer, the Exit of Goodbyes – Un Viaggio Emotivo tra Spazio e Tempo – Recensione

The Tunnel to Summer, the Exit of Goodbyes: Film d’animazione giapponese diretto da Tomohisa Taguchi, già regista dei film anime dei Digimon. Il film è distribuito al cinema da Plaion Pictures Italia per Anime Factory dal 10 al 12 Giugno 2024.

Secondo una leggenda, il tunnel di Urashima permette a chi lo attraversa di realizzare i propri desideri più profondi, ma a un caro prezzo: pochi secondi trascorsi al suo interno si trasformano in ore nella vita reale. Quando Kaoru scopre questo tunnel leggendario, pensa subito alla sorellina Karen, persa anni prima in un incidente. Indeciso su cosa fare, viene convinto a sfidare spazio e tempo da Anzu, una nuova studentessa trasferitasi da poco. Ma cosa cerca davvero Anzu? E quale sarà il destino di Kaoru una volta che il tunnel avrà concluso il suo misterioso compito?

Cosa funziona in The Tunnel to Summer, the Exit of Goodbyes

Opera visivamente sbalorditiva, con una storia evocativa e agrodolce che cattura l’attenzione. La regia di Tomohisa Taguchi, già noto per i film anime dei Digimon, riesce a infondere nei momenti più tranquilli una toccante delicatezza, specialmente quando Kaoru e Anzu esplorano il tunnel. Nonostante esistano anime romantici con trame più complesse, questo film offre un’esperienza piacevole e significativa.

La trama, seppur semplice, nasconde una profondità emotiva che emerge sotto la superficie, mantenendo lo spettatore coinvolto. Taguchi offre una narrazione concisa, ma efficace, accompagnata da immagini suggestive che rimangono impresse.

The Tunnel to Summer, the Exit of Goodbyes è una bellissima storia di amore, dolore e speranza, che dimostra come, nonostante le difficoltà, andare avanti sia una parte fondamentale della vita che ci rende più forti.

Perché non guardare The Tunnel to Summer, the Exit of Goodbyes

Alcuni spettatori potrebbero trovare la storia poco coinvolgente, con basse poste in gioco e limitate possibilità di identificazione emotiva. Questo può essere un aspetto caratteristico dell’arte giapponese, ma in questo caso, aggiunge alla sensazione di un film poco significativo e con un valore di intrattenimento limitato. Nonostante sia visivamente sbalorditivo e occasionalmente commovente, il film può risultare goffo, eccessivamente prolisso e con una trama non completamente sviluppata.

The Tunnel to Summer, the Exit of Goodbyes offre una miscela di immagini straordinarie e momenti toccanti, ma rischia di lasciare alcuni spettatori insoddisfatti a causa della sua struttura narrativa semplice e delle emozioni poco approfondite. Tuttavia, per chi cerca una storia dolce e visivamente affascinante, questo film potrebbe comunque rappresentare un piacevole viaggio emotivo.

Il film è distribuito da Plaion Pictures italia per Anime Factory dal 10 al 12 Giugno 2014.

Regia: Tomohisa Taguchi Con: Oji Suzuka, Marie Iitoyo, Tasuku Hatanaka, Arisa Komiya, Rikiya Koyama, Seiran Kobayashi, Shelley Calene-Black, Shannon Emerick, Scott Gibbs, John Gremillion, Kyle Jones (II) Anno: 2022 Durata: 83 min. – Giappone Distribuzione: Plaion Pictures

About Davide Belardo

Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

la-morte-e-un-problema-dei-vivi-recensione-film-copertina

La morte è un problema dei vivi – Una commedia noir dalla Finlandia – Recensione

La morte è un problema dei vivi: In sala il film di Teemu Nikki, passato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.