Home / RECENSIONI / Commedia / Non volere volare – Consigli per essere liberi – Recensione

Non volere volare – Consigli per essere liberi – Recensione

Non volere volare parte da Londra e arriva in Islanda, un percorso tortuoso per i 5 protagonisti del film di Sigurosson.

L’agenzia Viaggiatori Impavidi organizza corsi per aiutare le persone a superare le proprie paure e ad affrontare i voli con tranquillità. Quattro coraggiosi viaggiatori decidono di partecipare: una donna impegnata nella sua carriera, una fashion influencer, il suo goffo fidanzato e un veterano di guerra ancora intraprendente. Tuttavia, il giorno del volo di prova, le cose non vanno come previsto e finiscono bloccati in Islanda. Tra situazioni imbarazzanti, visite alle saune e avventure nella neve, le conseguenze e le reazioni dei protagonisti si susseguono in modo imprevedibile ed esilarante.

Cosa funziona in Non volere volare

Il film del regista islandese Hafsteinn Gunnar Sigurðsson è una commedia leggera che interpreta, attraverso i 4 protagonisti, le difficoltà a cui ci porta la necessità di avere tutto sotto controllo, di rispettare le apparenze che la società attuale ci impone, insomma vivere la propria vita con il freno a mano tirato.

I diversi capitoli dedicati ai personaggi ci mostrano il loro viaggio attraverso la paura e la preoccupazione, alla ricerca di un coraggio che pensavano di non avere. In un’epoca in cui volare sembra essere diventato alla portata di tutti, questo film si concentra su una delle paure più ataviche, che, nonostante tutto, alberga nascosta in chiunque abbia preso un volo nella sua vita.

Perché non guardare Non volere volare

Il film si avvale di alcuni bravi attori inglesi, tra i quali spicca Timothy Spall nel ruolo del veterano traumatizzato, ma il ritmo del film è fin troppo ben scandito dalla divisione in capitoletti dedicati a ogni personaggio. Alla lunga il film perde di coesione, ma resta comunque una buona pellicola di media durata che permette di passare un’ora e mezza all’insegna della leggerezza e dei pochi pensieri.

Il film è in uscita in sala il 18 aprile grazie a I Wonder Pictures.

Regia: Hafsteinn Gunnar Sigurðsson Con: Lydia Leonard, Timothy Spall, Elia Rumpf, Gina Bramhill, Rob Delaney Anno: 2024 Durata: 91 min. Paese: Regno Unito, Islanda, Germania Distribuzione: I Wonder Pictures

About A V

Guarda anche

outer-range-recensione-serie-tv

Outer Range – Recensione della prima stagione

Outer Range: in attesa dell’imminente arrivo della seconda del telefilm originale Amazon Prime Video ecco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.