Home / RECENSIONI / Horror / Night Swim – Piscina Assassina – Recensione

Night Swim – Piscina Assassina – Recensione

Night Swim è il nuovo lungometraggio diretto da Byce McGuire che racconta la storia di una piscina assassina croce e delizia di tutte le famiglie che decidono di nuotarci dentro

Una classica storia americana: una famiglia si trasferisce in una nuova casa senza sapere che al suo interno pochi anni prima è morta una persona in circostanze misteriose. Ma come ci ricorda Lionel Hutz dei Simpson, c’è verità e… verità… quando un agente immobiliare decide di vendere una casa, così la famiglia Waller la acquista ignara del passato, attratta soprattutto dalla sua bellissima piscina che oltre a regalare gioia ai ragazzi sembra essere miracolosa per la malattia di Ray (Wyatt Russell), il marito di Eve (Kerry Condon). Ma per citare un altro personaggio di fantasia, ossia Tremotino, la magia ha sempre un prezzo…

Cosa funziona in Night Swim

Diretto da Bryce McGuire e tratto dal cortometraggio omonimo sempre diretto da lui oltre che da Rod Blackhurst, Night Swim è un film con una buona idea di base, quella della piscina assassina, che richiama un po’ Monster House e altre pellicole dello stesso genere, regalando allo spettatore più di un momento ansiolitico e con un finale che ricorda un po’ quello del primo Jumanji.

Perché non guardare Night Swim

Allo stesso tempo Night Swim è anche un film parecchio altalenante, perché a queste buone idee si aggiungono altre non del tutto esaltanti, finendo a ricordare altre storie orrorifiche come quelle di It o di Poltergeist, creando quindi un po’ di confusione e anche eccessiva ilarità nonostante si tratti appunto di lungometraggio horror.

Prodotto da Blumhouse e distribuito da Universal Pictures, Night Swim è al cinema nel nostro Paese da giovedì 22 febbraio 2024.

Regia: Bryce McGuire Con: Wyatt Russell, Kerry Condon, Amélie Hoeferle, Gavin Warren, Nancy Lenehan, Ben Sinclair, Jodi Long Anno: 2024 Paese di produzione: USA Durata: 116 min. Distribuzione: Universal Pictures

About Valerio Brandi

Guarda anche

non-volere-volare-recensione-film-copertina

Non volere volare – Consigli per essere liberi – Recensione

Non volere volare parte da Londra e arriva in Islanda, un percorso tortuoso per i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.