Home / TV / Serie TV / Antonia – Recensione dei primi tre episodi della nuova serie Prime Video

Antonia – Recensione dei primi tre episodi della nuova serie Prime Video

Antonia è una nuova serie dramedy diretta da Chiara Malta, scritta da Elisa Casseri, Carlotta Corradi e Chiara Martegiani (oltre alla supervisione artistica di Valerio Mastandrea) che con protagonista Chiara Martegiani racconta in maniera ironica ma anche sapientemente temi importanti come quello dell’endometriosi

Antonia (Chiara Martegiani) è una giovane donna che vede cambiare radicalmente la sua vita il giorno del suo trentasettesimo compleanno. Non solo litiga con il suo compagno Manfredi (Valerio Mastandrea) ma poche ore dopo perde anche il suo lavoro di attrice per via di un incidente dovuto al ciclo mestruale sul set. Il motivo di questo imprevisto viene scoperto nel giro di brevissimo tempo, perché uno svenimento la porta al pronto soccorso, dove le viene diagnosticata lendometriosi. E ora che farà?

Intanto a portarla in ospedale è stato un affascinante ma particolare giovane di nome Michele (Emanuele Linfatti), nascerà qualcosa tra di loro o tornerà tra le braccia di Manfredi?
E oltre a chiederci come andrà la gestione della endometriosi, Antonia vorrebbe tornare a lavorare, ma la sua agente Gertrud (Hildegard Lena Kuhlenberg), una versione umana di Lenny Turteltaub, sarà in grado di procurarle nuovi ruoli o anche in questo caso dovrà fare tutto da sola?

Questo è ciò che abbiamo visto nei primi tre episodi di Antonia, mostrati in anteprima in occasione della presentazione alla stampa presso il cinema Barberini di Roma, dove il cast artistico e tecnico ha raccontato come è nata l’idea di questa serie tv, a partire da Chiara Martegiani, che ci ha messo davvero del suo nel personaggio: inizialmente voleva raccontare attraverso la protagonista il suo ingresso nei trentenni, quando ha cominciato a domandarsi cosa voleva davvero dalla vita, soprattutto dal punto di vista familiare, e durante la scrittura della serie le è stata diagnosticata veramente l’endometriosi.

Antonia è diventato dunque un telefilm ancor più autentico, riuscendo a raccontare con leggerezza ed intelligenza un problema serio come quello dell’endometriosi oltre appunto a tutte le pressioni da parte di tutte quelle persone che invece di farsi gli affari propri non fanno altro che chiedere alle donne quando e se metteranno su famiglia.
E per narrare tutto questo è stato scelto come animale simbolo della serie la gallina, la quale ha sostituito l’iniziale idea dello scimpanzè in maniera ottimale, perché se un pollo non diventa gallo o gallina finisce per essere mangiato…

Tanti spunti di riflessioni uniti a come accennato sopra a tante risate, dove oltre alla solita grande interpretazione di Mastandrea spicca anche il giovanissimo Tiziano Menichelli, il classico bambino che sembra saperne di più degli adulti.

Una produzione Fidelio e Grøenlandia, in collaborazione con Prime Video e Rai Fiction, Antonia sarà disponibile su Amazon Prime Video a partire da lunedì 4 marzo 2024.

Regia: Chiara Malta Con: Chiara Martegiani, Valerio Mastandrea, Barbara Chichiarelli, Leonardo Lidi, Emanuele Linfatti, Chiara Caselli, Hildegard Lena Kuhlenberg, Tiziano Menichelli Durata: 25 min. ad episodio Paese di produzione: Italia Anno: 2024 Distribuzione: Prime Video

About Valerio Brandi

Guarda anche

memoria-assassino-recensione-film

La memoria dell’assassino – Recensione del film di e con Michael Keaton e Al Pacino

La memoria dell’assassino – Recensione del film di e con Michael Keaton e Al Pacino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.