Home / RECENSIONI / Animazione / The First Slam Dunk – Il talento di Inoue brilla anche al cinema – Recensione

The First Slam Dunk – Il talento di Inoue brilla anche al cinema – Recensione

The First Slam Dunk: Arriva finalmente al cinema con Anime Factory, scritto e diretto dal suo autore Takehiko Inoue al suo esordio da regista, il nuovo lungometraggio dedicato al celebre manga di culto. Prodotto da TOEI Animation, il film sarà nei cinema italiani come evento speciale per una settimana: il 10 maggio in anteprima in versione originale sottotitolata e dall’11 al 17 maggio in versione doppiata.

Il basket per Ryota Miyagi è tutto il suo mondo anche a causa della scomparsa di suo fratello maggiore, giovane promessa della pallacanestro morto in un incidente in mare. Oggi, Ryota, è il playmaker dello Shohoku, una squadra ricca di talento ma sgangherata e piena di conflitti interni. Nonostante provenga da un liceo sconosciuto lo Shohoku si è guadagnato sul campo un posto al torneo nazionale e sta per affrontare “l’imbattibile” Sannoh, il team campione e imbattuto.

Cosa funziona in The First Slam Dunk

Il talento e la visione di Takehiko Inoue sono brillanti e vitali all’interno di questo nuovo percorso narrativo della saga di Slam Dunk. Un racconto che ci mostra una delle partite del team capitanato da Gori (Gorilla) più spettacolari e entusiasmanti della serie, ma anche nuovi elementi dal passato di Ryota che il Sensei Inoue non aveva mai esplorato in precedenza. Siamo al cospetto di un nuovo Slam Dunk ma anche del vecchio. Più maturo, diverso ciò nonostante fedele al suo glorioso passato

Già campione d’incassi in patria The First Slam Dunk arriva ora nei cinema italiani con la sua animazione “ibrida” che mescola perfettamente elementi in CGI e disegno a mano in 2D. Il risultato è qualcosa di visivamente stupefacente che regala il meglio di sé all’interno del rettangolo di gioco. Visivamente pazzesco.

Il fascino è nulla senza il cuore e il cervello e, anche dal punto di vista della scrittura, The First Slam Dunk mantiene alto il livello qualitativo regalandoci un’ottima sceneggiatura, grazie anche all’utilizzo di numerosi flashback e ai pensieri dei protagonisti durante la partita con i quali riesce a delineare la storia e il carattere di ogni personaggio. Una narrazione praticamente perfetta che permette anche ai profani del brand di godersi il film.

The First Slam Dunk è il film di Basket che stavamo aspettando. Chi è cresciuto e diventato uomo con Takehiko Inoue lo amerà e chi non lo ha mai conosciuto, entrerà finalmente nel club del Basket come maestro di vita.

Perché non guardare The First Slam Dunk

Il vostro scarso interesse è l’unico limite di un’opera che ha veramente impercettibili difetti e anche marginali. Se non conoscete Slam Dunk è il momento di fare la sua conoscenza. Il suo più grande difetto è che alla fine ne vorrete ancora.

Il film è in arrivo nei cinema italiani distribuito da Anime Factory come evento speciale di una settimana: il 10 maggio in anteprima in versione originale sottotitolata e dall’11 al 17 maggio in versione doppiata.

Regia: Takehiko Inoue, Yasuyuki Ebara Con: Masaya Fukunishi, Katsuhisa Hôki, Tetsu Inada, Subaru Kimura. «continua Chikahiro Kobayashi, Ken’ichirô Matsuda, Kenta Miyake, Maaya Sakamoto, Asami Seto Anno: 2022 Durata: 124 min. Paese: Giappone Distribuzione: Anime Factory

About Davide Belardo

Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

la-morte-e-un-problema-dei-vivi-recensione-film-copertina

La morte è un problema dei vivi – Una commedia noir dalla Finlandia – Recensione

La morte è un problema dei vivi: In sala il film di Teemu Nikki, passato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.