Home / RECENSIONI / Horror / Thanksgiving – Vendetta del Venerdì Nero – Recensione

Thanksgiving – Vendetta del Venerdì Nero – Recensione

Thanksgiving: Il nuovo film horror diretto da Eli Roth è ambientato nella città che ha dato origine al primo giorno del ringraziamento e racconta la storia di un misterioso killer che si vendica degli americani troppo fissati per il black friday e le loro pazzie consumistiche.

In America dopo il giovedì del ringraziamento arriva subito il Black Friday, con tutti i suoi pro e i contro per esercenti e consumatori. Il rischio di incidenti dovuti alla folla impazzita è ogni anno possibile e purtroppo per la cittadina di Plymount la folla impazzita questa volta ha davvero superato ogni limite, lasciando più di un morto sul pavimento del più importante supermercato locale.

Diversi deceduti ma dopo una serie di processi non viene condannato nessuno, così quasi un anno dopo, con l’avvicinarsi del nuovo giorno del ringraziamento, cominciano a morire alcune persone considerate da molti come responsabili indirette di quanto successo nell’ultimo venerdì nero.

Ma chi è questo spietato vendicatore mascherato da John Carver? La polizia locale riuscirà a fermarlo prima che uccida tutti quanti?

Cosa funziona in Thanksgiving

A volte restano solo dei fake trailer, mentre altre… diventano dei veri film! Era il 2007 quando Eli Roth, grande attore ma anche e soprattutto regista dell’orrore diresse per conto di Quentin Tarantino e Robert Rodriguez il finto trailer per il lungometraggio Grindhouse, e sedici anni dopo ecco che alcune di quelle scene finiscono per far parte di un lungometraggio lungo 106’, con un cast composto da attori veterani del calibro di Patrick Dempsey, Rick Hoffman, Gina Gershon e Karen Cliche e tanti giovani ancora in età da liceo/college come Addison Rae, Milo Manheim, Nell Verlaque e Jalen Thomas Brooks.

Thanksgiving comincia per essere una convincente critica non solo alle pazzie del black friday americano (facendoci tornare un po’ con la mente al mitico episodio omonimo di South Park) ma anche al consumismo statunitense in generale per poi diventare un horror frenetico e dissacrante, ma neanche troppo pesante dal punto di vista dello splatter rispetto ad Hostel e The Green Inferno, e senza eccessivi jumpscare.

Insomma, una violenza anche divertente, in pieno stile Tarantino/Rodriguez, così come ci saranno tante grasse risate grazie ai battibecchi da liceali dei giovani attori sopracitati, per farci tornare un po’ ai bei tempi di American Pie.

Ottima la versione italiana diretta da Laura Boccanera, con i dialoghi di Emanuela D’Amico, l’assistenza di Riccardo Zupo, Mario Frezza come fonico di doppiaggio e Nadia Paone come fonico di mix, e con le voci di Stefano Benassi (sceriffo Newlon), Alex Polidori (Evan), Federico Campaiola (Bobby), Emanuela Ionica (Jessica), Federico Bebi (Scuba), Sara Labidi (Gabriela), Alessandro Campaiola (Ryan), Alberto Angrisano (Thomas) e Margherita De Risi (Yulia).

Perché non guardare Thanksgiving

Forse l’unico difetto di questo film è che bisognava lavorare di più… sulla modulazione della voce in una particolare scena nell’ultima parte. Ovviamente potrebbe non piacere ai non fan del cinema di Roth.

Prodotto da Spyglass Media Group, Dragonfly Entertainment ed Electromagnetic Productions, Thanksgiving è al cinema in Italia da giovedì 16 novembre 2023 grazie alla distribuzione di Eagle Pictures.

Regia: Eli Roth  Con: Rick Hoffman, Gina Gershon, Patrick Dempsey, Milo Manheim, Addison Rae, Karen Cliche, Jenna Warren , Mika Amonsen, Chris Sandiford, Tomaso Sanelli, Jeff Teravainen, Jordan Poole, Russell Yuen, Dorian Giordano, Frank J. Zupancic, Amanda Barker, Gabriel Davenport, Neil Robles, Joe Delfin, Hannah Storey Anno: 2023 Durata: 107 min. Paese: Stati Uniti Distribuzione: Eagle Pictures 

About Valerio Brandi

Guarda anche

if-gli-amici-immaginari-recensione-film-copertina

IF – Gli amici immaginari – John Krasinski dirige Ryan Reynolds in un film per tutti – Recensione

IF – Gli amici immaginari: Un film per tutta la famiglia diretto da John Krasinski, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.