Home / RECENSIONI / Animazione / Super Mario Bros. – Il film – La Nintendo Difference arriva al cinema – Recensione

Super Mario Bros. – Il film – La Nintendo Difference arriva al cinema – Recensione

Super Mario Bros. – Il film: Nintendo e Illumination Entertainment riportano al cinema la celebre mascotte della grande N con un film che omaggia a più riprese l’universo creato dalla casa di Kyoto.

Gli affiatati fratelli, ma strampalati idraulici, Mario Luigi, hanno deciso di promuovere la loro nuova attività attraverso l’utilizzo di uno spot pubblicitario. Purtroppo le cose non sembrano andare come immaginavano e anche la loro famiglia non crede nelle loro possibilità.

Con l’intento di far ricredere tutta Brooklyn, il duo decide di risolvere una inconsueta perdita d’acqua. Scesi nelle tubature vengono letteralmente risucchiati in un’altra dimensione, in cui scoprono regni bizzarri come quello dei Funghi, regnato dalla Principessa Peach e abitato dai pacifici Toad, ma anche terre oscure dove il terribile e crudele Bowser, pianifica di sottomettere i vari regni e sposare la bellissima principessa Peach.

Cosa funziona in Super Mario Bros. – Il film

Il nostro Mario torna al cinema 30 anni dopo il fallimentare film live action con Bob Hoskins del 1993 (diventato comunque negli anni un film trash di culto). In sala questa volta in versione animata con la speranza di seguire il successo ottenuto dal film di Sonic di Paramount Pictures.

Per l’occasione Nintendo ha scelto di collaborare con il team Illumination di Universal Pictures che tanto bene ha fatto con Minions e Cattivissimo Me. Il risultato finale è proprio un Minions e Gru incontrano Super Mario: un film citazionista che regala grandi omaggi all’idraulico baffuto ma anche all’immaginario della grande N.

Sotto questo aspetto è stato fatto un lavoro più che egregio già con celebri Jingle e gli indimenticabili suoni della saga, passando per un tripudio di battute (“La Principessa è in un altro castello“) per arrivare alla riproduzione filmica dei videogiochi più famosi con protagonisti i personaggi di Super Mario.

Vengono citati tutti i più famosi capitoli dei videogiochi con protagonisti Mario, Luigi, Peach, Toad, Donkey Kong, Bowser, Magikoopa, Tipo Timido, Re Boo, Calamako, Goomba, Koopa Troopa, Koopistrice, Pallottolo Bill, Pesce Smack, Tartosso e tanti altri. Non solo nelle ambientazioni ma anche nel gameplay.

Nulla è stato lasciato al caso del resto tra i produttori del film figura il geniale Shigeru Miyamoto, papà del brand ma anche dei videogiochi moderni. I fan della Nintendo impazziranno di gioia nel trovare ogni tipo di omaggio all’interno del film che, attenzione, non si limitano al solo Super Mario Bros..

Divertente, colorato e narrativamente semplice è un film adatto ad ogni tipo di pubblico che è cresciuto con l’idraulico baffuto. Ideale per una cinema con la famiglia.

Perché non guardare Super Mario Bros. – Il film

Il difetto del film è nella sua natura di progetto dedicato prevalentemente ai bambini, quei volponi di Nintendo a noi 40enni ci hanno già catturato e dilapidato il conto in banca, il tutto è sviluppato in una narrazione veramente troppo semplice, sbrigativa e avara di qualunque colpo di scena.

Tutto procede come deve fino ai titoli di coda. Con un occhio severo si potrebbe tranquillamente affermare che il film suona come un lungo spot di 90 minuti della “Nintendo Difference” in versione cinematografica. Non è prettamente una critica perchè da fan della Grande N la cosa mi è anche completamente piaciuta.

Adattamento sicuramente promosso, tra i migliori tratto dai videogame, ma il porcospino di SEGA ha saputo legare meglio citazioni e trama solida.

Regia: Aaron Horvath, Michael Jelenic Con: Chris Pratt, Anya Taylor-Joy, Charlie Day, Jack Black, Keegan-Michael Key, Seth Rogen, Fred Armisen, Kevin Michael Richardson, Sebastian Maniscalco, Charles Martinet, Khary Payton, Eric Bauza, Juliet Jelenic Anno: 2023 Durata: 92 min. Paese: USA, Giappone Distribuzione: Universal Pictures

About Davide Belardo

Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

sugar-recensione-serie-tv

Sugar – Recensione della serie tv con Colin Farrell

Sugar – Recensione della serie tv con Colin Farrell Oggi finalmente recensiamo, dopo averla visionata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.