Home / RECENSIONI / Horror / Saw X – La Recensione del ritorno al cinema di Jigsaw

Saw X – La Recensione del ritorno al cinema di Jigsaw

Saw X: Dal 25 ottobre, ritorna al cinema l’inquietante Jigsaw, giunto al decimo film della saga che non riesce completamente nell’intento di rilanciare il sadico personaggio.

A due anni dal rivedibile spin-off Spiral, ritorna sul grande schermo John Kramer (Tobin Bell) con Saw X, decimo capitolo dedicato ad una saga che ha collezionato finora più bassi che alti.

A dirigere le imprese quanto mai sanguinolente, troviamo Kevin Greuter che, sebbene abbia già diretto o comunque montato gran parte dei film dedicati all’Enigmista, riparte quasi da zero.

Infatti, Saw X si inserisce di prepotenza nel grande calderone dei requel, come Scream VI insegna, accodandosi alla pessima trilogia firmata David Greene e dedicata ad Halloween.

John Kramer è sull’orlo della morte, salvo poi scoprire un’equipe di medici che ha trovato la formula perfetta per guarire il cancro. Con pochissima diffidenza, Kramer si getta tra le braccia in camice della dottoressa Pederson (Synnøve Macody Lund), che non si rivelerà propriamente una bella persona, ancor meno una stimabile professionista.

Non aggiungiamo altro per evitare fastidiosi spoiler, basti sapere che le sue azioni porteranno Jigsaw ad inserire il nominativo nella personale lista nera, che significa di fatto “scegliere di auto-mutilarsi per vivere o morire”.

Cosa funziona in Saw X

Il fascino di Jigsaw resta sempre molto alto, anche al netto di film che non sono mai stati sinonimo di qualità. Tuttavia, la saga si è sempre contraddistinta per i fiumi di sangue e soprattutto per le ingegnose trappole che farebbero impallidire l’inquisizione spagnola che fu.

Anche questo Saw X trova il suo punto di forza nell’etica ferocia di John Kramer, sempre abilmente interpretato da Tobin Bell. Lo splatter è sempre ben costruito anche quando gioca fin troppo con la sospensione dell’incredulità.

Le scene gore hanno la capacità di costringere a tenere gli occhi incollati allo schermo, anche per gli spettatori più sensibili, grazie ad una costruzione della tensione gestita in maniera encomiabile dalla frenetica regia di Greuter.

Perché non guardare Saw X

Riducendo la saga in freddi numeri, è ormai chiaro anche al fan più duro a morire che il franchising di Saw è ormai arrivato al capolinea da tempo.

Non c’è riuscito il 3D, non c’è riuscito neanche lo spin-off, a dare linfa vitale a Jigsaw. Dal primo geniale capitolo diretto da James Wan, un vero gioiello del genere horror che ha inaugurato il sottogenere del torture-porn, Saw ha forse puntato fin troppo in alto, cercando un crescendo che di fatto non c’è mai stato.

Non sono bastati purtroppo i colpi di scena ed il costante alternarsi di copy-cat. Alla lunga, Saw perdeva di energia film dopo film, riproponendo il medesimo schema in ogni film fino a diventare prevedibile.

In tal senso, anche questo Saw X rientra nell’equazione imperfetta degli altri capitoli, con la differenza che il colpo di scena finale è soggiogato da una forte confusione che invece di lasciare sbalorditi, lascia con fin troppe domande (vedere per credere).

I palati più fini, amanti del gore, troveranno anche molto complesso sospendere la propria incredulità di fronte alle attese sadiche trappole di Jigsaw. La volontà di rilanciare la saga si spegne purtroppo su sé stessa, su delle ambizioni forse troppo grandi rispetto al potenziale che Jigsaw ha e ha sempre avuto.

In fin dei conti, parliamo sempre di un personaggio che a suo modo ha ridisegnato le regole dello slasher, coniando di fatto un nuovo genere. Un potenziale forse fin troppo ambizioso, rispetto a quanto abbiamo potuto vedere sino ad oggi.

Il film è al cinema dal mercoledì 25 Ottobre per Eagle Pictures.

Regia: Kevin Greutert  Con: Tobin Bell , Shawnee Smith , Synnøve Macody Lund , Steven Brand, Renata Vaca , Michael Beach , Paulette Hernandez , Octavio Hinojosa , Costas Mandylor , David Alfano , Katie Barberi , Donagh Gordon , Sebastián Torres , Baltimora Beltran , Kerry Ardra , Natasha Goss , Craig Hurley Anno: 2023 Durata: 118 min. Paese: Stati Uniti Distibruzione: Eagle Pictures

About Redazione

Guarda anche

ripley-recensione-serie-tv

Ripley – Recensione della Serie TV Netflix

Ripley: La recensione della Serie TV Netflix con Andrew Scott, Johnny Flynn e Dakota Fanning …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.