Home / RECENSIONI / Animazione / Il Faraone, il Selvaggio e la Principessa – La magia di Michel Ocelot torna al cinema – Recensione

Il Faraone, il Selvaggio e la Principessa – La magia di Michel Ocelot torna al cinema – Recensione

Il Faraone, il Selvaggio e la Principessa: Presentato al Festival del Cinema d’Animazione di Annecy, in uscità l’ultima poetica opera del regista di Dilili à Paris, realizzato in collaborazione con il Museo del Louvre.

Un gruppo di persone chiedono a una affascinante narratrice di deliziarli con la narrazione di una storia e lei proprio come la Shahrazād di Mille e Una Notte si appresta a deliziarli una una matriosca di affascinanti avventure che lasciano il pubblico senza fiato.

Michel Ocelot, torna a incantare il pubblico con il suo ultimo capolavoro, Il Faraone, il Selvaggio e la Principessa costruito attraverso tre affascinanti racconti, ognuno situato in un’epoca e in un luogo differenti. In primo luogo conosciamo Tanwekaman, un conquistatore dall’indole pacifica che si imbarca nella incredibile tentativo di conquistare il trono egiziano per sposare l’affascinante Nasalsa.

A seguire conosciamo di un ragazzo dolcissimo, figlio di un brutale sovrano medievale che per liberare un prigioniero è costretto a fuggire nella foresta. Infine conosciamo nella Turchia del diciottesimo secolo la storia di un principe spodestato che riesce a conquista il cuore di una principessa imparando a cuocere deliziose frittelle.

Cosa funziona in Il Faraone, il Selvaggio e la Principessa

Reduce dal trionfo al botteghino di Dilili à Paris, Michel Ocelot, maestro della animazione in 2D, ritorna a celebrare la poesia e le atmosfere del racconto popolare postando con infinita eleganza e cura estetica narrazioni ricche di pathos e di fascino in momenti storici altrettanto ricchi di magia.

Oltre alla indiscussa abilità estetica Ocelot dimostra inoltre grande maestria nel costruire dialoghi asciutti e misurati che permettendo alle immagini di parlare con la loro eloquenza.

Le storie di amore e coraggio intrecciano il filo conduttore comune della ricerca della affermazione personale e della disobbedienza a autorità tiranniche capaci solo di cercare di conservare sé stesse.

Perchè non guardare Il Faraone, il Selvaggio e la Principessa

Un genere quello proposto da Ocelot che solo apparentemente è destinato ad un pubblico giovane ma la cui sofisticata eleganza e i suoi sofisticati sottotesti saranno ben apprezzati dal pubblico più adulto, sempre che non vi siano spettatori veramente allergici al cinema d’animazione.

Il Faraone, il Selvaggio e la Principessa è un trionfo visivo e narrativo che celebra la maestria di Ocelot nell’arte dell’animazione, portando lo spettatore in un viaggio affascinante attraverso mondi intrisi di poesia e coraggio.

Un regalo cinematografico da concedersi senza dubbio alcuno questo Natale.

Il Faraone, il Selvaggio e la Principessa è in uscita nelle sale italiane il 14 Dicembre 2023 grazie a Movies Inspired.

Regia: Michel Ocelot Con: Serge Bagdassarian, Oscar Lesage, Aïssa Maïga, Didier Sandre, Claire de la Rue du Can, Gaël Raes Anno: 2022 Durata: 123 minuti. Paese: Francia, Belgio Distribuzione: Movies Inspired

About Felix

Guarda anche

le-avventure-del-piccolo-nicolas-recensione-film-copertina

Le avventure del piccolo Nicolas: come è nato il bambino di Sempé e Goscinny – Recensione

Le avventure del piccolo Nicolas è il primo film d’animazione dedicato all’iconico personaggio creato negli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.