Home / RECENSIONI / Drammatico / Giorni Felici – l’amore vero nel momento più tragico – Recensione

Giorni Felici – l’amore vero nel momento più tragico – Recensione

Giorni Felici è il nuovo film di Simone Petralia che grazie a due grandi attori del calibro di Anna Galiena e Franco Nero, racconta una storia d’amore che rinasce e si fortifica in occasione di una delle più grandi tragedie che possono capitare a una famiglia, al cinema grazie alla distribuzione di Europictures da lunedì 11 dicembre 2023.

Margherita (Anna Galiena) è una attrice dalla carriera straordinaria in procinto di partire per una nuova avventura negli Stati Uniti per un film made in Hollywood. Una grande occasione che rischia però di non fermarsi sul nascere quando all’improvviso comincia a sentirsi strana, senza capire il perché. Il figlio Enea (Marco Rossetti) impossibilitato ad occuparsi di lei per via del suo lavoro, decide di chiamare suo padre Antonio (Franco Nero).

I suoi genitori sono separati da tanti anni, e infatti Margherita non è per niente contenta della sua presenza in casa ma ben presto si adegua. Anche se inizialmente non le viene detto il motivo della sua situazione (SLA fulminante ed irreversibile) nel giro di poche settimane mangia la foglia.

Così non solo si mette l’anima in pace sul fatto che non potrà più andare in America ma comincia a ritrovare pian piano i vecchi sentimenti che un tempo provava per Antonio, ricordando e rivivendo quei giorni felici

Cosa funziona in Giorni Felici

Secondo lungometraggio per il cinema di Simone Petralia, Giorni felici è un film che affronta temi importanti come l’eutanasia, ancor oggi una pratica osteggiata da molte persone in Italia, e infatti si è avvalso del sostegno e della collaborazione di Mina Welby, moglie di Piergiorgio Welby, forse uno dei più importanti simboli della lotta per il diritto ai procedimenti di fine vita.

Giorni Felici non parla solo di morte ma soprattutto di vita, la vita ricca di vero amore, il quale se c’è davvero diventa ancora più forte in momenti difficili come quello rappresentato in questa storia.

Difficile non commuoversi di fronte a queste scene, che un po’ ricordano altri importanti lungometraggi sull’argomento come Qualcosa di buono di George C. Wolfe, con Ernie Hudson che ci ha regalato in occasione del finale uno dei suoi monologhi più toccanti della sua straordinaria carriera di attore.

Giorni Felici è un film molto focalizzato non solo sull’abitazione di Margherita (allestita appositamente per sembrare quella di una vera diva del cinema) ma soprattutto sui personaggi di Anna Galiena e Franco Nero, che nonostante non abbiano a disposizione un numero elevato di dialoghi sono riusciti a lasciare un segno indelebile anche in questa occasione, così come importante è stato il contributo di tutti gli altri personaggi secondari apparsi in questa storia.

Non solo il già citato figlio Enea, perfetto nel rappresentare un figlio infelice alla ricerca del suo posto nel mondo, ed insicuro anche per via delle aspettative che colpiscono il figlio di una coppia così importante e famosa, il volto più noto al grande pubblico dopo Franco Nero ed Anna Galiena è sicuramente quello di Maria de Medeiros, indimenticabile fidanzata di Bruce Willis in Pulp Fiction, di nuovo a suo agio in un film recitato in Italiano.

Completano il cast principale Antonella Ponziani nei panni di Michela, l’agente di Margherita, e Marcello Mazzarella, amico e medico della protagonista, senza dimenticare i giovani Alessandro Cannavà e Gelsomina Pascucci a cui è toccato il non facile compito di interpretare le versioni giovanili dei due leggendari protagonisti.

Perché non guardare Giorni Felici

Non ci sono veri difetti in questa opera seconda cinematografica di Simone Petralia, se non che qualche scena può risultare ripetitiva, quindi un taglio anche minuscolo avrebbe reso ancor più bella questa pellicola.

Il film è al cinema dal 11 Dicembre con Europictures.

Regia: Simone Petralia Con: Anna Galiena, Franco Nero, Marco Rossetti, Antonella Ponziani, Bianca Nappi, Maria de Medeiros, Alessandro Cannavà, Gelsomina Pascucci, Maria Teresa Borela Baluyout, Chauncey Alan, Maxence Dinant, Mattia Mor Anno: 2023 Durata: 88 min. Paese: Italia Distribuzione: Europictures

About Valerio Brandi

Guarda anche

outer-range-recensione-serie-tv

Outer Range – Recensione della prima stagione

Outer Range: in attesa dell’imminente arrivo della seconda del telefilm originale Amazon Prime Video ecco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.