Home / RECENSIONI / Documentario / Essere e Avere – Torna in sala il doc sulla scuola di Nicolas Philibert – Recensione

Essere e Avere – Torna in sala il doc sulla scuola di Nicolas Philibert – Recensione

Essere e avere, viene presentato a Biografilm festival di Bologna e dal 12 giugno torna in sala. Un documentario che, 20 anni fa, divenne un caso di successo.

Essere e Avere è ambientato in Francia, nella regione dell’Auvergne, dipartimento di Puy Le Dome.

La zona è talmente isolata che sopravvive l’istituzione della “classe unica”, dove si ritrovano bambini la cui età copre l’intero ciclo scolastico delle elementari.

Il maestro del documentario Nicolas Philibert ritrae un insegnante prossimo alla pensione che segue tutti i suoi alunni cercando di trasmettere, oltre a un po’ di sapere generale, anche qualche insegnamento etico e civico, dal rispetto reciproco all’inutilità della violenza.

Essere e avere rappresenta l’insolito caso di un documentario diventato un inaspettato blockbuster in Francia, vincitore del Premio César e miglior documentario agli European Film Award nel 2002.

Cosa funziona in Essere e avere

La carta vincente del documentario di Philibert è la spontaneità. I bambini sono veri protagonisti, con le loro reazioni, semplici e umane alle situazioni quotidiane. Il maestro è un grande esempio di pazienza e determinazione, è chiara la sua volontà di fare di questi bambini dei buoni essere umani, e non solo insegnare a leggere e fare di conto.

Ci si affeziona alle vicissitudini dei piccoli e dei meno piccoli, in un luogo e in un tempo che sembra molto più lontano di 20 anni fa.

Perché non guardare Essere e avere

La successione di stretti primi piani dei bambini, le lunghe riprese sulla quotidianità, eccezionale ma anche monotona, di una paese della remota campagna francese, fanno di questo un documentario classico, che tende a mostrare quello che accade, piuttosto che creare un’indignazione o una reazione di qualche tipo. Bisogna immergersi nel mondo isolato e pieno di storie dell’Auvergne.

Il film è al cinema dal 12 Giugno con I Wonder Pictures.

Regia: Nicolas Philibert Con: Georges Lopez e gli studenti di Saint-Etienne sur Usson (Puy-de-Dome): Alizé, Axel, Guillaume, Jessie, Johan (Jojo), Johann, Jonathan, Julien, Laura, Létitia, Marie-Elisabeth, Nathalie e Olivier Anno: 2002 Durata: 104 minuti Paese: Francia Distribuzione: I Wonder Pictures

About A V

Guarda anche

la-morte-e-un-problema-dei-vivi-recensione-film-copertina

La morte è un problema dei vivi – Una commedia noir dalla Finlandia – Recensione

La morte è un problema dei vivi: In sala il film di Teemu Nikki, passato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.