Home / RECENSIONI / Horror / Studio 666 – Dave Grohl e co. giocano a fare il cinema – Recensione

Studio 666 – Dave Grohl e co. giocano a fare il cinema – Recensione

Studio 666: La Nexo Digital, in collaborazione con Radio Deejay, MYmovies.it, Sony Music Italia e Live Nation, porta in sala l’esilarante commedia Horror nata da un’idea di Dave Grohl, con il commento sonoro di John Carpenter.

I componenti della leggendaria rock band dei Foo Fighters, inserita nella Rock & Roll Hall of Fame nel 2021, sono impegnati a registrare il decimo album – Medicine at Midnight – ma sono in una profonda crisi creativa.

In cerca di una ispirazione che tarda ad arrivare tutta la band si trasferisce a Encino, in California, in una inquietante villa che ha la fama di aver ispirato rock pezzi incredibili ma che è anche stata lo scenario di un orribile crimine.

Effettivamente Grohl dopo poco comincia a trovare la strada della sua creatività perduta ma entra pure inesorabilmente in contatto con la più oscura delle forze…

Aspettatevi un misto tra Rock’n’Roll High School e La casa

Dave Grohl

Cosa funziona in Studio 666

Nato da un’idea di Dave Grohl, Studio 666 vede il fondamentale contributo del leggendario John Carpenter, regista, sceneggiatore e compositore di pellicole horror di culto come “Halloween“, che ha ideato per la pellicola un tema musicale “dal perfetto John Carpenter sound”, realizzata anche grazie a Roy Mayorga, batterista dei Ministry.

Divertente e citazionista Studio 666 trascina lo spettatore diritto nelle amatissime atmosfere degli horror splatter anni 80 in cui la componente ironica era importante tanto quella horror. Esilarante il cameo di Lionel Richie che redarguisce in sogno il buon Dave dall’andare a ravanare nella sua produzione artistica per cercare ispirazione.

Si gioca inoltre tanto con tutti i clichè sul satanismo che circondano l’ambiente del Rock oltre che evocare le atmosfere terribilmente sessiste e politicamente scorrette delle pellicole horros old school con le quali la pellicola gioca fin dal principio.

“Adesso ascoltiamo addirittura le groupie?” “Anche le groupie sono persone”

Studio 666

Un’opera che giocando con i generi diverte un sacco e che finisce per farsi amare anche da chi la paraculanza dei Foo Fighters, e di Dave Grohl in particolare, non l’ha mai digerita.

Perché non guardare Studio 666

Scarso interesse nei confronti di Dave Grohl e la sua band e la poca familiarità con l’horror grottesco sono probabilmente gli unici due veri argomenti per i quali possiamo sconsigliare la visione del film. Non è un prodotto perfetto e difficilmente riscriverà il genere tuttavia resta una divertente visione che consigliamo caldamente soprattutto ai fan della band.

Studio 666 è in sala dal 23 al 29 giugno al cinema con Nexo Digital.

Regia: BJ McDonnell Con: Whitney Cummings, Will Forte, Jeff Garlin, Dave Grohl, Leslie Grossman, Taylor Hawkins, Marti Matulis, Jenna Ortega, Pat Smear, Jason Trost Anno: 2022 Durata: 106 min. Paese: USA Distribuzione: Nexo Digital 

About Elix

Guarda anche

sposa-in-rosso-recensione-film-copertina

Sposa In Rosso – Recensione del Film di Gianni Costantino con Eduardo Noriega e Sarah Felberbaum

Sposa In Rosso: una piacevole commedia estiva che riunisce le tante anime del mediterraneo in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.