Home / RECENSIONI / Horror / Scream (2022) – Quando il metacinema è bagnato dal sangue – Recensione

Scream (2022) – Quando il metacinema è bagnato dal sangue – Recensione

Scream (2022): Dopo l’ottimo “Finché morte non ci separi”, Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett, riportano al cinema la saga di Ghostface.

Venticinque anni dopo il primo massacro, e dieci dopo l’ultimo (Scream 4), la cittadina di Woodsboro è ancora una volta bagnata dal sangue degli omicidi di Ghostface.

Il misterioso serial killer è tornato seminando panico e terrore, ma soprattutto ha riportato alla luce vecchie paure di un passato che sembrava ormai sepolto.

Cosa funziona in Scream (2022)

Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett, hanno già dimostrato di essere capaci di saper gestire sapientemente humor nero e litri di sangue con il sanguinoso e divertente “Finché morte non ci separi” (Ready or Not), e lo confermano ancora più ferocemente oggi con questo quinto capitolo della saga di Ghostface.

Non era assolutamente facile raccoglie e indossare una maschera caduta dopo la prematura scomparsa di un mito come Wes Craven, creatore della saga insieme a Kevin Williamson (oggi produttore esecutivo e supervisore della sceneggiatura) e padre di Nighthmare, per questo ci sono voluti circa 10 anni per elaborare la giusta sceneggiatura, firmata James Vanderbilt e Guy Busick, e trovare i fondi necessari per realizzare questo inatteso quanto doveroso, e probabilmente conclusivo, capitolo.

Il nuovo Scream è una bomba celebrativa e allo stesso tempo un degno seguito di una saga che ha subito una sola battuta d’arresto qualitativa nella terza avventura, che purtroppo ha influito anche sugli incassi deficitari del buonissimo quarto episodio.

Questo quinto atto immerge lo spettatore in un viaggio di ricordi sanguinolenti, memorabile per la stampa la proiezione dedicata con maschera in regalo che ci ha ricordato tantissimo l’intro del secondo episodio, ma compie anche un salto in avanti mostrandoci vecchi amici invecchiati alle prese con la loro nuova vita e nuovi giovani protagonisti, utili tanto per svecchiare il cast quanto per strizzare l’occhio alle odierne generazioni.

scream-(2022)-recensione-film-01
Anteprima Stampa del filmPhoto Credit: Francesco Santini

L’idea di unire vecchio, nuovo, di citare e omaggiare, sfocia in una scrittura e in una regia spassosissima che tra citazioni (non solo verbali ma anche nelle inquadrature) omaggia il passato e il genere, lasciando spazio ad una raffinata rappresentazione di metacinema (altro marchio di fabbrica della serie) ufficializzando definitivamente il termine “Requel“.

Ovvero quei sequel misto remake, realizzati per omaggiare e rilanciare un brand cercando di non offendere i fan più accanititi (Matrix Resurrection, Terminator Genisys, Star Wars – Il risveglio della Forza).

Ovviamente Scream (2022) non è un trattato di cinematografia e non dimentica di sollazzare lo spettatore con morti grondanti di sangue, intricati colpi di scena, jumpscare e fulminanti battute (memorabili quelle contro gli horror moderni).

Ottimo il cast tanto nella vecchia guardia che nell’ingresso delle nuove leve o sarebbe meglio dire carne da macello.

Perché non guadare Scream (2022)

Onestamente non ci sono gravi mancanze per sconsigliare la visione del film.

Il nuovo Scream è un prodotto quasi inattaccabile da un punto di vista dell’intrattenimento, di tributo, di nuovo episodio e soprattutto rispetto della materia originale.

Chi resterà scontento probabilmente non è mai stato un appassionato della saga o ha ormai cambiato modo di godersi il cinema. Purtroppo per questo tipo di spettatori è inutile continuare a ricercare emozioni che semplicemente non riesce più a provare in questo tipo di prodotti.

Ricordate la Regola 3: Mai, in nessun caso, dire “Torno Subito”, perché non si torna più.

Scream è al cinema dal 13 Gennaio con Eagle Pictures per Paramount Pictures.

Regia: Matt Bettinelli-Olpin, Tyler Gillett Con: Melissa Barrera, Kyle Gallner, Mason Gooding, Mikey Madison, Dylan Minnette, Jenna Ortega, Jack Quaid, Marley Shelton, Jasmin Savoy Brown, Courteney Cox, Pau Masó, Duane Martin, David Arquette, Neve Campbell Anno: 2022 Durata: 114 min. Paese: USA Distribuzione: Eagle Pictures

About Davide Belardo

Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

orlando-recensione-film-copertina

Orlando – Recensione del Film di Daniele Vicari con Michele Placido

Orlando: presentato fuori concorso al Torino Film Festival 2022 l’ultima toccante pellicola di Daniele Vicari narra gli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.