oscar-2022-nomination-previsioni-vincitori-academy-awards-copertina
Home / CINEMA / Oscar 2022 – In attesa delle nomination, le nostre previsioni sui candidati e possibili vincitori degli Academy Awards

Oscar 2022 – In attesa delle nomination, le nostre previsioni sui candidati e possibili vincitori degli Academy Awards

Ebbene, il prossimo 8 Febbraio, dunque fra pochissimi giorni, saranno annunciate le sospirate nomination agli Academy Awards, vale a dire i premi Oscar del 2022.

In attesa della lista dei candidati che ci sarà comunicata in data suddetta e prossimamente ventura, noi azzardiamo già precocemente, speriamo in modo lungimirante, a profetizzare i nomi dei registi e degli attori che, secondo i nostri personalissimi pronostici ben meditati, c’auguriamo, rispecchieranno la verità dei nominati che ci sarà presto rivelata.

L’anno scorso, profetizzammo in merito assai bene, azzeccando quasi tutte le previsioni a riguardo e centrando, appieno, quelli che furono i vincitori esatti. Di ciò, cioè di tale nostro dono irrazionalmente spiegabile eppur, orgogliosamente rimarchiamolo, quasi perfettamente divinatorio nell’aver giocato a improvvisarci veritieri, prodigiosi veggenti e per l’appunto indovini, ne andiamo giustamente, oltremodo fieri. Ci prendemmo pressoché, difatti e dati alla mano incontestabili, totalmente in maniera genialmente profetica.

Dunque, in memoria delle previsioni per l’appunto quasi completamente azzeccate dello scorso anno, in tale sede, ivi allestiremo similmente una lista di predictions, per dirla all’americana, concernente i più attendibili, giustappunto, secondo i nostri ponderati e meditati calcoli, candidati quasi certi degli Academy Awards.

Noi, ragionando per deduzioni facilmente intuibili, basandoci inoltre sulle previsioni maggiormente affidabili e tenute altamente in considerazione dai cosiddetti esperti e d’oltreoceano allibratori, compileremo una breve, concisa ma al contempo esaustiva precisa lista, per l’appunto, riguardante i nomi degli attori, registi e non solo che quasi certamente otterranno le candidature nelle quattro più importanti categorie di Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Attore Protagonista & Migliore Attrice.

Partiamo innanzitutto, ovviamente, dalla categoria più rilevante e di primaria importanza imprescindibile, ovvero quella di Miglior Film. Categoria che, ricordiamo, a differenza di tutte le altre maggiori, oramai da anni s’è espansa per quanto riguarda il numero di candidati includibili. Ovvero, l’Academy può a sua discrezione candidare un numero di pellicole che a loro volta possono variare da cinque a dieci. Anche se, va detto, è rarissimo che si possa arrivare a dieci film candidati.

Specificato opportunamente ciò, osserviamo più da vicino i singoli film fra i più papabili. Forti delle vittorie ai Golden Globe, avvenute rispettivamente nella categoria di Miglior Film Comedy/Musical e Drammatico, primeggeranno i nomi di West Side Story di Steven Spielberg e de Il potere del cane di Jane Campion. Pare, inoltre, abbastanza scontato che sia Spielberg che la Campion saranno nominati come migliori registi. Quasi assodata la candidatura di Belfast di Kenneth Branagh e del Dune di Denis Villeneuve. Film, codesto, che agli americani è piaciuto enormemente, a differenza invece della Critica europea che gli è stata molto più freddina.

Buone possibilità paiono averle anche La figlia oscura, esordio alla regia di Maggie Gyllenhaal e Licorice Pizza di Paul Thomas Anderson, film che però, va detto, è piaciuto ma, vista la firma di Anderson, per l’appunto, non ha entusiasmato così come invece ci s’aspettava. Lasciando, infatti, perplessi tanti critici che ne sono rimasti parzialmente delusi.

Dunque, pressappoco i registi, di conseguenza, che otterranno la candidatura, saranno gli stessi appena menzionativi per le pellicole suddette e nominatevi. Perdonate il gioco di parole ricercato, eh eh. Con la considerazione, sopra dettavi, che solo cinque registi dovranno essere scelti, quindi qualcuno rimarrà fuori, giocoforza.

Peraltro, nella cinquina selezionata, potrebbe invece entrare Ryusuke Hamaguchi per Drive My Car.

Ora, passiamo agli attori.

Sarà una dura lotta fra Will Smith di Una famiglia vincente – King Richard, Andrew Garfield di tick, tick… Boom! e Benedict Cumberbatch de Il potere del cane. Questi tre, infatti, diamo giustamente per scontato che riceveranno la nomination come miglior attore protagonista.

Sicuro candidato, stando sempre ai pronostici che vanno oramai per la maggiore, sarà anche Denzel Washington per Macbeth. Sul quinto nome, molti dubbi…

Cioè, la spunterà Peter Dinklage per Cyrano di Joe Wright oppure Javier Bardem di Being the Ricardos?

Staremo a vedere. Ora, passiamo alle migliori attrici…

Abbiamo appena citato Being the Ricardos e naturalmente all’appello non mancherà la sua co-interprete, assieme a Bardem, cioè Nicole Kidman. Olivia Colman de La figlia oscura, dopo la sua recentissima vittoria agli Oscar per La favorita, è di nuovo tra le favorite, eh eh, primissime pretendenti per la vittoria finale e definitiva.

Dunque, inutile dire che la sua candidatura è già assicurata, indiscutibilmente. Potrebbero farcela anche Lady Gaga per House of Gucci, Kristen Stewart per Spencer e Penélope Cruz per Madres Paralelas.

Per finire, la domanda che ci stiamo ponendo, in maniera un po’ patriottica, è la seguente:

È stata la mano di dio del nostro Paolo Sorrentino, con molta probabilità, sarà candidato come Miglior Film Straniero.

Sì, ma quante possibilità, realisticamente parlando, ha di vincere?

Onestamente, pochissime.

In quanto, Drive My Car appare davvero invincibile.

Per di più, come sappiamo bene, gli Oscar tendono a privilegiare i film e i registi ancora non insigniti della statuetta dorata.

Perciò, Sorrentino, avendo già vinto con La grande bellezza non tantissimi anni fa, è veramente difficilissimo che possa ancora trionfare e risultare vincitore.

Ce ne dispiacciamo ma, salvo un inaspettato miracolo, così come quello metaforicamente presente e nel suo film visto, purtroppo, È stata la mano di dio stavolta perderà al 90%.

About Stefano Falotico

Scrittore di numerosissimi romanzi di narrativa, poesia e saggistica, è un cinefilo che non si fa mancare nulla alla sua fame per il Cinema, scrutatore soprattutto a raggi x delle migliori news provenienti da Hollywood e dintorni.

Guarda anche

racconti-cinema-ali-michael-mann-will-smith-poster

Racconti di Cinema – Alì di Michael Mann con Will Smith, Jamie Foxx e Jon Voight

Oggi, recensiamo lo splendido Alì firmato dal geniale Michael Mann (Heat – La sfida, Miami …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.