Home / RECENSIONI / Documentario / Luigi Proietti detto Gigi: il meraviglioso documentario di Edoardo Leo su Mandrake – Recensione

Luigi Proietti detto Gigi: il meraviglioso documentario di Edoardo Leo su Mandrake – Recensione

Luigi Proietti detto Gigi: Presentato in occasione della Festa del Cinema di Roma 2021, il documentario di Edoardo Leo dedicato alla memoria del grande artista romano, è al cinema per un periodo limitato, dal 3 al 9 marzo 2022, distribuito da Nexo Digital, sperando in una nuova riedizione in sala, e successivamente in Home Video.

Era il 2018 quando Edoardo Leo decise di realizzare un documentario dedicato al celebre spettacolo “A me gli occhi, please” di Gigi Proietti, intervistando a lungo quest’ultimo ogni volta che poteva, soprattutto nei camerini dei suoi amati teatri.

Purtroppo il 2 novembre 2020 Gigi esce di scena, e questo cambia tutto.
Lo spettacolo italiano perde uno dei suoi più grandi cavalieri, e ogni ricordo sulla sua straordinaria vita diventa ancor più prezioso.

E così questo retroscena su “A me gli occhi, please” diventa Luigi Proietti detto Gigi, un documentario molto più ampio, perché il materiale già registrato di Leo viene sommato a tutto il passato di Proietti capace di essere sintetizzato in cento minuti.

Edoardo Leo introduce e narra questa lavorazione per gran parte del tempo, sia come voce fuori campo, in occasione delle fotografie del protagonista, ma anche in prima persona, quando in auto percorre le vie di Roma e non solo.

In tutto questo non potevano mancare tanti filmati storici, dei suoi film, dei suoi spettacoli teatrali oltre “A me gli occhi, please”, delle serie televisive, e le interviste, in primis dei suoi familiari (la sorella Anna Maria e le figlie Susanna e Carlotta) e di tanti suoi colleghi e amici, come Renzo Arbore, Paola Cortellesi, Alessandro Gassmann, Nicola Piovani, Marco Giallini e Loretta Goggi (la sua Titti dei Looney Tunes, dato che in quel periodo, come ricorda il documentario, Gigi Proietti ottenne molto dal doppiaggio, doppiando anche Gatto Silvestro).

Luigi proietti detto Gigi è un documentario in cui si ride e piange in egual misura, perché è impossibile non ridere sentendo le sue barzellette, o le sue scene comiche dei suoi grandi capolavori, e al tempo stesso commuoversi di fronte alla sua improvvisa e prematura scomparsa, rimpiangendo non solo l’uomo, ma anche tutta l’arte che poteva regalarci per un altro po’ di anni.

Al cinema dal 3 Marzo con Nexo Digital.

Regia: Edoardo Leo Con: Gigi Proietti, Renzo Arbore, Paola Cortellesi, Alessandro Gassmann, Marco Giallini, Nicola Piovani Anno: 2021 Durata: 100 min. Paese: Italia Distribuzione: Nexo Digital 

About Valerio Brandi

Guarda anche

sposa-in-rosso-recensione-film-copertina

Sposa In Rosso – Recensione del Film di Gianni Costantino con Eduardo Noriega e Sarah Felberbaum

Sposa In Rosso: una piacevole commedia estiva che riunisce le tante anime del mediterraneo in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.