Home / RECENSIONI / Noir / La Fiera delle Illusioni – Nightmare Alley: il primo vero film di Del Toro sulla realtà – Recensione

La Fiera delle Illusioni – Nightmare Alley: il primo vero film di Del Toro sulla realtà – Recensione

La Fiera delle Illusioni – Nightmare Alley: Prodotto e distribuito da Searchlight Pictures, il film di Guillermo del Toro è il nuovo adattamento cinematografico del romanzo del 1946 da scritto da William Lindsay Gresham, dopo la versione del 1947 interpretata da Tyrone Power e Joan Blondell.

A ridosso dello scoppio della seconda guerra mondiale, un uomo (Bradley Cooper) tanto misterioso quanto affasciante finisce a lavorare in un circo, gestito dal cinico Clem Hoately (Willem Dafoe).

Successivamente l’incontro con Zeena e Pete Krumbein (Toni Colette e David Strathairn) e poi con la bella Molly (Rooney Mara) gli cambierà la vita.

Scoprirà di avere un talento naturale per il mentalismo e l’arte dell’illusione, un nuovo mestiere che lo porterà dal fango della periferia all’eleganza dei più alti grattacieli di New York. Ma saprà fermarsi prima di cadere?

Cosa funziona in La Fiera delle Illusioni – Nightmare Alley

Il premio Oscar Guillermo del Toro dirige il suo primo film che non utilizza completamente elementi del sovrannaturale (salvo accennare più volte al tema dello spiritismo), dopo una serie di fortunati lungometraggi dedicati al mondo del fantastico, per riportare al cinema, 75 anni dopo Edmund Goulding, il romanzo di William Lindsay Gresham con una spettacolarità visiva davvero stupefacente, composta da scenografie e costumi ricche di dettagli, condite da una fotografia decisamente impeccabile.

Non è solo l’occhio ad emozionarsi ma anche il cuore, perché Nightmare Alley è un noir in pieno stile del romanzo e del film precedente, capace di tenerti col fiato sospeso in gran parte delle scene. Una distribuzione poi decisamente azzeccata, dato che negli ultimi anni il cinema ci ha mostrato diverse opere che esplorano il mondo del circo e dei suoi freaks (The Greatest Showman, Dumbo di Tim Burton, Freaks Out).

Nightmare Alley è anche un film che inquieta ma che fa anche molto riflettere. Sia sul sottile filo che unisce la psicologia all’arte dell’inganno degli indovini, ma anche il fatto che uno alla fine raccoglie ciò che semina e che i veri mostri sono quelli che culliamo dentro di noi.

Pellicola molto interessante che nella nostra versione ha potuto contare su un grande doppiaggio, diretto da Fiamma Izzo ed interpretato, per quel che riguarda il cast principale, da Christian Iansante, Chiara Gioncardi, Roberta Pellini, Mario Cordova, Laura Romano, Massimo Corvo, Antonio Sanna e Stefano De Sando.

Perché non guardare La Fiera delle Illusioni – Nightmare Alley

Chi si aspetta un film fantasy trattandosi di Del Toro naturalmente potrà restare deluso, ma a parte questo non ci sono motivi validi per non andare a vedere questo lavoro decisamente interessante ed insolito del regista che quest’anno ci regalerà anche una nuova versione di Pinocchio.

La Fiera delle Illusioni – Nightmare Alley è al cinema dal 27 Gennaio con Disney.

Regia: Guillermo Del Toro Con: Bradley Cooper, Cate Blanchett, Toni Collette, Willem Dafoe, Richard Jenkins, Rooney Mara, Ron Perlman, David Strathairn, Mary Steenburgen, Jim Beaver, Linden Porco, Mark Povinelli, David Hewlett, Tim Blake Nelson, Clifton Collins Jr., Paul Anderson, Romina Power, Holt McCallany, Neil Whitely Anno: 2021 Durata: 150 min. Paese: USA  Distribuzione: Walt Disney

About Valerio Brandi

Guarda anche

dragon-ball-super-super-hero-recensione-film-copertina

Dragon Ball Super: Super Hero – Il cinecomic di Dragon Ball – Recensione

Dragon Ball Super: Super Hero: Al cinema dal 29 settembre, grazie a Sony Pictures e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.