Home / RECENSIONI / La doppia vita di Madeleine Collins – Recensione del film con Virginie Efira

La doppia vita di Madeleine Collins – Recensione del film con Virginie Efira

La doppia vita di Madeleine Collins: Presentato alle Giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia 2021 è ora in sala la pellicola del regista francese Antoine Barraud con una splendida Virginie Efira. 

Judith (Virginie Efira) è una traduttrice che conduce una vita molto intensa fra la Svizzera e la Francia. In Francia vive con Melvil (Bruno Salomone), importante direttore d’orchestra, e i due figli più grandi, in Svizzera con Abdel (Quim Gutiérrez) ed una bambina piccola. La vita di Judith è fatta di corse, sensi di colpa ma soprattutto di bugie con entrambe le famiglie che reclamano costantemente la sua presenza.

Cosa funziona in La doppia vita di Madeleine Collins

Costruito come Thriller la pellicola dipana lentamente le sue carte disvelando le motivazioni, tutt’altro che scontate, dietro la costruzione di una vita così complicata.

Intrigante l’incipit della pellicola che principia con la visione di una donna si reca in un negozio d’abbigliamento per fare degli acquisti e una volta in camerino perde i sensi.

Nessun moralismo nella pellicola di Barraud, che sembra voler rappresentare simbolicamente l’infinita lista delle richieste fatte alle donne, i mille ruoli quotidiani nei quali devono districarsi e la spietatezza delle necessità altrui che sembrano quasi costringere alla menzogna per conservare un minimo di autenticità. Emblematica la richiesta di Melvil che di fronte ad un suo incarico importante non esita a chiedere a Judith a rinunciare alle sue trasferte di lavoro per dedicarsi di più alla sua famiglia.

Una narrazione che non può richiamare anche lo spettatore ad una riflessiore sulle apparenze e sui ruoli sociali che nella loro cristallizzata rigidità possono ridurre le esistenze di tante donne, seppur apperentemente complete e felici, in lande desolate da cui è quasi impossibile fuggire.

Splendida la colonna sonora, tra cui brilla in particolare l’Ave Maria di da Vladimir Vavilov nella versione di Sumi Jo e James Conlon, perfettamente funzionale nel sottolineare lo stato emotivo della protagonista sempre sull’orlo del crollo emotivo.

Perché non guardare La doppia vita di Madeleine Collins

Volendo trovare qualche aspetto poco riuscito in questa pellicola così emotivamente appassionante troviamo poco felice la scelta del titolo italiano che focalizza lo spettatore su di un aspetto che è solo contingente in una narrazione nettamente più sofisticata e di ampio respiro.

La doppia vita di Madeleine Collins è nelle sale italiane dal 02 Giugno 2022 grazie alla distribuzione di Movies Inspired.

Regia: Antoine Barraud Con: Virginie Efira, Quim Gutiérrez, Bruno Salomone, Jacqueline Bisset, François Rostain, Loïse Benguerel, Thomas Gioria, Valérie Donzelli, Nadav Lapid, Nathalie Boutefeu Anno: 2021 Durata: 102 min. Paese: Francia Distribuzione: Movies Inspired

About Elix

Guarda anche

stranger-things-4-recensione-ultimi-episodi

Stranger Things 4 – Recensione degli ultimi due straordinari episodi della serie Netflix

Stranger Things 4: La recensione degli episodi 8 e 9 della serie Netflix. Ebbene, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.