Home / TV / Serie TV / Il Re – Recensione della nuova serie Sky Original con Luca Zingaretti

Il Re – Recensione della nuova serie Sky Original con Luca Zingaretti

Il Re: Disponibile su Sky il primo prison drama italiano, che alza il velo su un contesto estremo come quello carcerario italiano nel quale teoria e pratica non possono essere più lontane.

Bruno Testori (Luca Zingaretti) è il famigerato direttore di un carcere di frontiera, il San Michele. Famigerato per i suoi metodi che lo hanno reso famoso per la sua nota capacità di “gestire” i detenuti più difficili. Una fama che gli è valsa la sua carriera, la venerazione dei suoi collaboratori e il timore assoluto dei detenuti del carcere.

Inaspettatamente il suo collaboratore più fidato e amico intimo, il comandante Iaccarino (Giorgio Colangeli), viene trovato morto in una zona appartata del suo penitenziario. Un evento traumatico per Testori che da uomo rude riserva il suo affetto per pochissime persone e soprattutto che minaccia il suo “governo”, tenuto in piedi da un sistema ben lontano da qualsiasi forma di legalità e rispetto della dignità umana.

Il San Michele è infatti un luogo nei quali l’umanità è degradata e la gerarchia “di fatto” deve essere rispettata a tutti i costi.

Dopo aver lasciato i panni de Il Commissario Montalbano, Luca Zingaretti ha intrapreso con la consueta intensità i panni del direttore carcerario Bruno Testori, protagonista del primo Prison Drama italiano che cala la sua narrazione in un contesto particolare come quello del San Michele, carcere di frontiera che sintetizza tutti i mali caratteristici della condizione di prigionia in Italia con quelli di una utenza influenzata dalla singolare posizione di frontiera del penitenziario.

Il Re è un prodotto televisivo appassionante e coraggioso, totalmente innovativo per il panorama italiano, che grazie alla regia di Giuseppe Gagliardi e alla sapiente scrittura di Peppe Fiore, Stefano Bises, Bernardo Pellegrini e Davide Serino, alza il velo su una delle realtà più complesse del contesto italiano, il carcere.

Un luogo che è notoriamente la cartina di tornasole dello stato della democrazia del paese che lo ospita. Un contesto nel quale in alcuni casi il diritto, la dignità umana e il rispetto della legalità sembrano essere sospesi come la attualità giornalistica contemporanea spesso porta alla ribalta.

Ma Il Re è anche una serie nella quale, in un contesto tanto maschile e maschilista, gli elementi di svolta e cambiamento sono tutti al femminile. Sono infatti le donne dalla vita di Testori a mettere in crisi il suo “sistema” di vita e di lavoro minando alle fondamenta le sue altissime difese di uomo forte, a partire dalla ex moglie (Barbora Bobuľová), alla figlia, al pubblico ministero che irrompe nel suo carcere dopo la morte del capitano Iaccarino (Anna Bonaiuto), alla collaboratrice (Isabella Ragonese) che non riesce più proseguire nel suo sistema.

Il Re è disponibile su Sky e Now da venerdì 18 marzo 2022 con 2 puntate a settimana.

Regia: Giuseppe Gagliardi Con: Luca Zingaretti, Isabella Ragonese, Barbora Bobulova, Anna Bonaiuto Anno: 2022 Durata: 50 Min. (8 Episodi) Paese: Italia Distribuzione: Sky/Now

About Elix

Guarda anche

the-woman-king-recensione-film-copertina

The Woman King – Il mito delle Agojie ora al cinema – Recensione

The Woman King: Arriva al cinema il film diretto da Gina Prince-Bythewood, che racconta le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.