Home / RECENSIONI / Documentario / Il mio Rembrandt – Recensione del film di Oeke Hoogendijk

Il mio Rembrandt – Recensione del film di Oeke Hoogendijk

Il mio Rembrandt: Il documentario della regista olandese Oeke Hoogendijk arriverà nelle sale italiane il prossimo 6, 7, 8 giugno per il nuovo appuntamento della grande arte al cinema, progetto originale ed esclusivo di Nexo Digital.

Il documentario di Oeke HoogendijkMy Rembrandt” è raccontato dalle poche persone che possiedono un vero Rembrandt e da altri che sperano di farlo presto.

Collezionisti d’arte come Eijk e Rose-Marie De Mol van Otterloo, l’americano Thomas Kaplan e lo scozzese Duca di Buccleuch mostrano il legame speciale che hanno con i “loro” Rembrandt; il banchiere Eric de Rothschild mette due Rembrandt in vendita, innescando una dura battaglia politica tra il Rijksmuseum e il Louvre. L’aristocratico mercante d’arte olandese Jan Six è invece sulle tracce di due “nuovi” dipinti di Rembrandt: uno snervante viaggio di scoperta per realizzare il suo più grande sogno d’infanzia. Ma quando è accusato di avere violato l’accordo con un altro mercante d’arte, il suo mondo collassa.

Cosa funziona in Il mio Rendbrant

I protagonisti sono ovviamente dei vecchi ricchi ma anche dei giovani bianchi ereditieri. Eppure, queste persone, non sono di certo le peggiori con cui uno potrebbe passare il suo tempo: tra loro non c’è uno speculatore del mondo dell’arte e il loro apprezzamento per il il lavoro del maestro è contagioso.

Ciò che unisce tutte queste persone è la loro passione maniacale per Rembrandt, e questo è un ottimo obiettivo attraverso il quale scoprire i dipinti. A questo incontro interessante, aggiungiamo una fotografia raffinata e più di un po’ di dramma ad alto rischio, e Il mio Rembrandt diventa uno degli art-doc più divertenti in circolazione. Tutto questo fa de Il mio Rembrandt un documentario sciolto ed esplorativo: una serie di ritratti di coloro che sono ossessionati dai dipinti Rembrandt.

Perché non guardare Il mio Rendbrant.

Unico motivo per cui non vedere Il Mio Rendbrant è una questione legata ai gusti personali: magari non amate i documentari, forse non vi interessano i documentari d’arte, oppure non vi interessa Rendbrant.

Perché se ci fossero stati più documentari di questo tipo ai tempi in cui andavo a scuola io, sicuramente la storia dell’arte sarebbe stata più “divertente”ed appassionante da studiare al di là dei soliti libroni.

Il Mio Rendbrant è al cinema il 6, 7, e 8 Giugno con Nexo Digital.

Regia: Oeke Hoogendijk Anno: 2019 Durata: 95 min. Paese: Paesi Bassi Distribuzione: Nexo Digital

About Silvia Aceti

Guarda anche

studio-666-recensione-film

Studio 666 – Dave Grohl e co. giocano a fare il cinema – Recensione

Studio 666: La Nexo Digital, in collaborazione con Radio Deejay, MYmovies.it, Sony Music Italia e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.