Home / RECENSIONI / Drammatico / Hope – Recensione film con Stellan Skarsgård

Hope – Recensione film con Stellan Skarsgård

Hope: Presentato al 44° Festival Internazionale di Toronto, nelle sale il riuscito dramma norvegese opera seconda della regista di Limbo con il protagonista di Nymphomaniac.

Anja (Andrea Bræin Hovig) e Tomas (Stellan Skarsgård) sono una agiata coppia norvegese di lunga data che vive felicemente in una grande famiglia allargata con sei figli di primo e secondo letto. Regista teatrale lei produttore lui la coppia, che sta per celebrare il Natale con la famiglia al completo, sembra avviata ad una lunga e piacevole vita colma di soddisfazioni lavorative e personali.

Tormentata da un mal di testa persistente e da un dolore all’occhio Anja si fa visitare e scopre così di avere un tumore al cervello.

Nei giorni tra Natale e Capodanno, la coppia attraverserà un calvario di consulti medici, esami e discussioni sul futuro della famiglia.

Cosa funziona in Hope

Tratto dalla esperienza della stessa regista (Maria Sødahl) che ha ricevuto anni fa una terribile notizia di salute, Hope è il racconto asciutto di un dramma affrontato con assoluta dignità, senza eccedere mai ad alcun sentimentalismo.

Questa è la mia storia, per come me la ricordo“. 

Maria Sødahl – Regista di Hope

La regista disseziona con precisione chirurgica e spietata onestà gli effetti devastanti di una probabile sentenza di morte sulla vita familiare e matrimoniale di una coppia che probabilmente si sentiva infallibile. Inesorabile lo scorrere del tempo, che separa la protagonista dalla sua operazione, e la consapevolezza di un fututo terribile di fronte decostruiscono giorno per giorno tutte le sovrastrutture su cui si è basata una famiglia che non è poi così infallibile.

Una operazione verità autentica e cruda che vale una vita intera.

Ma Hope non è solo questo, è anche una riflessione sulle parole che accompagnano la malattia e su come le stesse possano influenzare il decorso della stessa; come insegnano i medici e i farmacisti che per primi hanno osservato l’effetto Placebo constatando l’influenza che le loro parole avevano sul decorso della cura.

Perché non guardare Hope

Dotato di una sceneggiatura precisa al millimetro e di splendide interpretazioni, in particolare una Bræin Hovig dotata di straordinaria intensità, Hope non è la pellicola adatta a coloro che non amano le pellicole ad alto impatto emotivo dedicate alla malattia.

Hope è nelle sale italiane dal 12 Maggio 2022.

Regia: Maria Sødahl Con: Andrea Bræin Hovig, Stellan Skarsgård, Terje Auli, Ingrid Bugge, Hala Dakhil, Dina Enoksen Elvehaug, Eirik Hallert, Steinar Klouman Hallert, Kristin Voss Hestvold, Gjertrud L. Jynge, Johannes Joner Anno: 2019 Durata: 126 min. Paese: Norvegia, Svezia Distribuzione: Movies Inspired

About Elix

Guarda anche

stranger-things-4-recensione-ultimi-episodi

Stranger Things 4 – Recensione degli ultimi due straordinari episodi della serie Netflix

Stranger Things 4: La recensione degli episodi 8 e 9 della serie Netflix. Ebbene, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.