Home / RECENSIONI / Guerra / L’arma dell’inganno – Operazione Mincemeat – Recensione del film con Colin Firth

L’arma dell’inganno – Operazione Mincemeat – Recensione del film con Colin Firth

L’arma dellinganno – Operazione Mincemeat: in sala grazie alla distribuzione di Warner Bros la trasposizione cinematografica del libro di Ben Macintyre sull’operazione Mincemeat, la missione di spionaggio più incredibile della seconda guerra mondiale.

1943, l’europa è invasa dalla furia nazista, gli alleati stanno pianificando di invadere la Sicilia ma è necessario eludere le truppe tedesche per evitare che le truppe siano massacrate.

Due ufficiali dell’intelligence britannica Charles Cholmondeley (Matthew Macfadyen) e Ewen Montagu (Colin Firth) inventano un ingegnoso mezzo per depistare il Führer.

Decidono infatti di utilizzare il cadavere di un uomo suicida per celare i piani relativi all’invasione alleata della Sicilia degli alleati e distrarre le truppe tedesche in Grecia. Il cadavere verrà infatti lasciato sulla costa spagnola insieme ad un fascicolo d’informazioni che include anche un falso piano di invasione. Per rendere credibile questo ritrovamento inventano inoltre una vita intera intorno al corpo dell’ignaro eroe della patria che prestò il suo corpo inconsapevolmente per la causa.

Cosa funziona in L’arma dell’inganno – Operazione Mincemeat

Come spesso accade la realtà va ben oltre la fantasia e l’incredibile vicenda narrata da John Madden dimostra proprio questo, tuttavia L’arma dell’inganno – Operazione Mincemeat è soprattutto una pellicola sulle figure invisibili. Quelle figure che combattono le guerre nelle seconde linee ma che non per questo sono meno importanti.

Perché non guardare L’arma dell’inganno – Operazione Mincemeat

Se la fedele ricostruzione storica su questa mirabolante operazione di spionaggio è sicuramente la parte più riuscita della pellicola, i risvolti romantici e personali sono invece lievemente forzati e non aggiungono nulla di rilevante alla pellicola rappresentandone l’aspetto debole.

Un film elegante, ben scritto e ottimamente interpretato che, pur essendo lievemente didascalico, garantisce un paio di ore di piacevole intrattenimento che sarà apprezzato dagli amanti dello spionaggio d’altri tempi e delle pellicole di guerra.

L’arma dell’inganno – Operazione Mincemeat è in uscita nelle sale italiane il 12 maggio 2022 con Warner Bros.

Regia: John Madden Con: Colin Firth, Matthew MacFadyen, Kelly MacDonald, Penelope Wilton, Johnny Flynn, Jason Isaacs, Paul Ritter, Mark Gatiss, Hattie Morahan, Tom Wilkinson, Simon Russell Beale, Lorne MacFadyen, Alex Jennings, Rufus Wright Anno: 2022 Durata: 128 min. Paese: USA Distribuzione: Warner Bros Italia

About Elix

Guarda anche

dont-worry-darling-recensione-film-copertina

Don’t Worry Darling – L’orrore della perfezione – Recensione

Don’t Worry Darling: Dopo una gestazione travagliata che ha visto l’allontanamento dal set di Shia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.