Home / RECENSIONI / Drammatico / Ada – Recensione del film di Kira Kovalenko

Ada – Recensione del film di Kira Kovalenko

Ada ha vinto il premio Un certain Regard al Festival di Cannes 2021. Questa storia di legami familiari in un piccolo centro dell’Ossezia esce ora in sala dal 14 Luglio grazie a Movies Inspired.

Ada vive con i due fratelli e il padre in una piccola cittadina ex mineraria dell’Ossezia. Lavora in un negozio e intanto pianifica la sua fuga. Il fratello più grande è riuscito a trovare lavoro in una città più grande, Rostov, e è andato via di casa. Il fratello più piccolo vede in Ada una madre, mentre il padre è iperprotettivo e non vorrebbe che Ada crescesse mai. Il destino è però inevitabile e la famiglia dovrà affrontare queste tappe della vita.

Cosa funziona in Ada

Il secondo film di Kira Kovalenko brucia lentamente. Inizia come una storia conosciuta di una povera famiglia in una parte sperduta (e molto fredda) del mondo e poi ogni dieci minuti rivela qualcosa di più complicato intorno a questa storia apparentemente semplice.

Il tema della famiglia, delle possibilità, della libertà. Ma anche un ritratto di una zona della Federazione Russa che è molto vicina alla Cecenia, martoriata per anni da guerre interne e attacchi di vario tipo.

La regista afferma di essersi lasciata ispirare da un libro di William FaulknerNon si fruga nella polvere“, in cui si tratta di libertà e schiavitù, soprattutto mentali, psicologiche.

Perché non guardare Ada

Il ritmo lento di svelamento della storia di Ada e della sua famiglia può essere poco accattivante. Ma la storia della ragazza e dei suoi fratelli resta in testa una volta finita la visione. Come spesso accade alle pellicole che hanno qualcosa da dire.

Il film è in sala distribuito da Movies Inspired a partire dal 14 Luglio.

Regia: Kira Kovalenko Con: Milana Aguzarova, Alik Karaev, Soslan Khugaev, Khetag Bibllov Anno: 2021 Durata: 97 min. Paese: Russia Distribuzione: Movies Inspired

About A V

Guarda anche

prison-77-recensione-film-copertina

Prison 77 – Un thriller spagnolo con Miguel Herràn – Recensione

Prison 77 è stato presentato al Cinemaspagna – Festival di Cinema Spagnolo e Latinoamericano in Italia che si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.