Home / RECENSIONI / Documentario / Venezia. Infinita Avanguardia – Recensione del documentario di Michele Mally

Venezia. Infinita Avanguardia – Recensione del documentario di Michele Mally

Venezia. Infinita Avanguardia: La Nexo Digital porta sul grande schermo un evento speciale l’11, 12 e 13 ottobre dedicato alla città opera d’arte per eccellenza: Venezia.

Fondata 1600 anni fa Venezia è conosciuta in tutto il mondo per la sua bellezza assoluta, l’identità multisfaccettata e la molteplice anima di città di passaggio.

L’ultima opera per gli amanti dell’arte della Nexo Digital nasce dal soggetto di Didi Gnocchi, con sceneggiatura di Sabina Fedeli, Didi Gnocchi, Valeria Parisi, Arianna Marelli, e con la regia di Michele Mally. Grazie alla narrazione di Carlo Checchi e Lella Costa ed accompagnati dalle performance musicali della talentuosa pianista polacca Hania Rani lo spettatore si addentra nelle mille anime di questa città, commerciale e libertina, croguolo di culture e di artisti, decadente e modernissima.

Venezia. Infinita Avanguardia: è un viaggio nel dedalo di percorsi senza fine umani e artistici che nei secoli hanno fatto di Venezia una delle città più conosciute al mondo.

Dalle opere di Canaletto che è forse colui che ne ha megli rappresentato l’anima acquatica, alle opere di Canova, all’anima trasgressiva rappresentata dai festeggiamenti carnevalesti, a quella decadente che il manifesto futurista Contro Venezia passatista voleva superare. Un percorso artistico che parte da lontano per arrivare alle sue contaminazioni più contemporanee partendo dalla straordinaria opera di Peggy Gugheneim passando per le performance Jazz di Cole Porter degli anni trenta, per le opere di Bansky che impreziosiscono le calle della citta. Arrivando infine alla Biennale di arte e la Biennale del Cinema che ne fanno nuovamente e annulamente la capitale mondiale della cultura.

Il documentario è stato realizzato anche grazie al patrocinio del Consorzio di Tutela della DOC Prosecco, alla collaborazione con Art Events, con il FAI – Fondo Ambiente Italiano, Casa Bortoli e la Fondazione Teatro La Fenice.

Al cinema come evento speciale l’11, 12 e 13 ottobre con Nexo Digital.

Regia: Michele Mally Con: Lella Costa Anno: 2021 Durata: 90 min. Paese: Italia Distribuzione: Nexo Digital

About E F

Guarda anche

trafficante-di-virus-recensione-film-copertina

Trafficante di Virus – La vicenda giudiziaria della virologa Ilaria Capua – Recensione

Trafficante di Virus: nelle sale la pellicola che narra la straordinaria parabola professionale e la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.