Home / RECENSIONI / Documentario / Sotto le Stelle di Parigi – Recensione del film di Claus Drexel con Catherine Frot

Sotto le Stelle di Parigi – Recensione del film di Claus Drexel con Catherine Frot

Sotto le stelle di Parigi: Arriva nelle sale italiane, grazie ad Officine UBU, la nuova pellicola con Catherine Frot. Una narrazione toccante del variegato mondo della marginalità parigina.

Christine (Catherine Frot) è una clochard sulla cinquantina che vive da diversi anni sulle rive della Senna cercando di sbarcare il lunario come può.

Tormentata da un passato familiare doloroso è uscita progressivamente dalla vita attiva ed è finita in una sorta anestesia emotiva nella quale non fa avvicinare nessuno preoccupata solo a sopravvivere giorno dopo giorno.

Una notte, mentre sta dormendo nel suo giaciglio di fortuna si avvicina il piccolo Suri (Mahamadou Yaffa), infreddolito e impaurito, in cerca di riparo. Christine gli offre riparo per la notte ma cerca velocemente di disfarsi di lui, tuttavia si rende presto conto che Suri ha perso sua madre che è stata arrestata e rischia l’immediato rimpatrio.

Christine cercherà di aiutare Suri a ritrovare sua madre e nel farlo riuscirà a riconnettersi alla sua anima ferita.

Cosa funziona in Sotto le stelle di Parigi

Un viaggio toccante nel mondo dell’esclusione sociale, due umanità toccate entrambe da un passato traumatico ma con due storie completamente diverse che trovano conforto nelle comuni difficoltà a sopravvive nel contesto cittadino della marginalità di Parigi.

Il regista tedesco Claus Drexel torna sul tema dell’esclusione sociale dopo il documentario del 2012 Au bord du monde nel quale ha già esplorato l’universo di coloro che vivono accanto a noi pur non riuscendo ad avere nessun tipo di visibilità.

Un percorso cinematografico emotivamente toccante che conduce lo spettatore a porre lo sguardo dove tutti lo distolgono, ai margini di quelle città affollate e inquinate nelle quali non esiste nessun tipo di riconoscimento del disagio altrui.

Splendida interpretazione di Catherine Frot che aggiunge alla sua carriera uno dei ruoli più complessi ed emotivamente intensi.

Perché non guardare Sotto le stelle di Parigi

Il film è una commovente favola di natale in sala metropolitana, non ha grandi difetti per il tipo di opera che aspira ad essere. Se questi film dall’animo speranzoso non sono non le vostre corde passate oltre.

Sotto le stelle di Parigi è in uscita nelle sale italiane dal 25 novembre con Officine Ubu.

Regia: Claus Drexel Con: Catherine Frot, Mahamadou Yaffa, Jean-Henri Compère, Richna Louvet, Raphaël Thierry, Farida Rahouadj, Dominique Frot, Driss Ramdi, Pierre Perret, Claus Drexel Anno: 2020 Durata: 90 min. – Paese: Francia Distribuzione: Officine Ubu

About E F

Guarda anche

trafficante-di-virus-recensione-film-copertina

Trafficante di Virus – La vicenda giudiziaria della virologa Ilaria Capua – Recensione

Trafficante di Virus: nelle sale la pellicola che narra la straordinaria parabola professionale e la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.