Home / RECENSIONI / Commedia / Querido Fidel – Nostalgia e socialismo nell’esordio di Viviana Calò – Recensione

Querido Fidel – Nostalgia e socialismo nell’esordio di Viviana Calò – Recensione

Querido Fidel: Arriva in sala dal 18 novembre il film cubano-partenopeo con Gianfelice Imparato che ricorda con nostalgia la rivoluzione cubana.

Emidio Tagliavini (Gianfelice Imparato) è fedele alla rivoluzione castrista. Cresciuto nell’isola caraibica e poi rientrato a Napoli è rimasto un nostalgico sostenitore del socialismo reale. Per sostenere la causa scrive regolarmente a Fidel Castro.

Bollato come incapace di intendere e volere, dopo un attentato con gas esilarante alla base NATO, Emidio confida nella moglie Elena (Alessandra Borgia) di sostenere l’ideologia socialista.

I tempi cambiano e anche la vita, Emidio dovrà adattarsi alla caduta del blocco socialista.

Cosa funziona in Querido Fidel

Il film di Viviana Calò, un’opera prima premiata al Bifest di Bari nel 2021 con un riconoscimento per la regia e uno per l’attore protagonista, è una pellicola leggera, ottimista, che si domanda cosa succederebbe se un uomo decidesse di vivere la sua utopia idealista ogni giorno.

Emidio trova il supporto della famiglia, che lo accetta nonostante ogni giornata coincida con una discussione. In particolare la moglie Elena trasforma il suo amore in sostegno per quest’uomo.

La performance di Alessandra Borgia è infatti complementare a quella di Gianfelice Imparato, perfetto nel suo personaggio stralunato ma sincero.

Perché non guardare Querido Fidel

Il film mette molta carne al fuoco, parla di salute mentale, di utopie, di valori, ma anche di rapporti familiari e di bugie bianche. Tutti questi argomenti insieme sono a volte troppi per essere seguiti al meglio, e finiscono per perdersi.

Il film esce in sala il 18 novembre in sale selezionate, attraverso la distribuzione Altri Sguardi, società indipendente come tutto il film, prodotto dalla stessa regista con l’aiuto di Davide Mastropaolo e Dario Formisano.

Durante la conferenza stampa, la regista con i due produttori hanno raccontato l’avventura produttiva di Querido Fidel, durata diversi anni, passati alla ricerca di finanziamenti dalle banche e sostegno da altri produttori.

Un’avventura che ha molti aspetti che non vengono mostrati come il periodo passato in Colombia, che, a detta dell’attrice protagonista Alessandra Borgia, meriterebbe un film a parte.

Gianfelice Imparato si ritiene molto soddisfatto di aver partecipato a questo film, per l’armonia sul set, su cui hanno lavorato maestranze giovani e motivate.

Il film è al cinema, in sale selezionate, dal 18 Novembre con Altri Sguardi.

Regia: Viviana Calò Con: Gianfelice Imparato, Alessandra Borgia, Marco Mario De Notaris, Marcella Spina Anno: 2021 Paese: Italia Durata: 91 minuti Distribuzione: Altri Sguardi

About A V

Guarda anche

a-casa-tutti-bene-recensione-copertina

A Casa Tutti Bene – Gabriele Muccino torna a girare in Italia con un dramma familiare dall’impianto corale

Dopo dodici anni a Los Angeles, Gabriele Muccino torna in Italia con A Casa Tutti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.