Home / RECENSIONI / Azione / Love and Monsters – Teen movie da vedere col cervello spento – Recensione

Love and Monsters – Teen movie da vedere col cervello spento – Recensione

Love and Monsters: Con memoria – nemmeno troppo nostalgica – del teen movie anni ’80 a sfondo fantasy, il film di Michael Matthews mette in scena la storia di formazione che abbiamo visto mille volte e che, forse, ci piace ancora sentirci raccontare. Disponibile in esclusiva su Netflix dal 14 Aprile.

Joel (Dylan O’Brien) è un adolescente che vive in un mondo post apocalittico, dove gli insetti sono stati trasformati in mostri giganti da radiazioni sprigionate dai missili sparati nel tentativo di colpire un meteorite che minacciava di distruggere la Terra.

Scopo del ragazzo è ricongiungersi con Aimee (Jessica Henwick), un amore che l’apocalisse ha costretto – temporaneamente? – ad abbandonare. Intraprenderà quindi per raggiungerla un viaggio pieno di incontri e pericoli.

Cosa funziona in Love and Monsters

Divertente, spigliato e zeppo di citazioni (la migliore, quella di “Tremors”): l’incipit, con la spiegazione ironica e stilizzata dell’apocalisse, è quasi da manuale del sotto-genere. L’andazzo è convenzionale, ma gli effetti speciali sono favolosi (candidati all’Oscar) e contribuiscono a restituire la dimensione spettacolare e pop del mondo rappresentato, ma anche di un cinema e di un genere perduti.   

Perché non guardare Love and Monsters

All’infuori delle citazioni c’è poco altro: qualche perla di saggezza sul passaggio dall’adolescenza all’età adulta e la comparsa inaspettata di Michael Rooker. Love and Monsters è un film da vedere a cervello spento, preferibilmente in età non troppo avanzata. In altre parole, un filmetto banale che si adegua agli standard narrativi di Netflix senza tentare minimamente di uscire dai binari.

C’è poco altro da aggiungere: il film è piano e semplice. Forse il suo scopo è anche questo: distrarci dal frastuono di trame complicate e racconti che spesso sono complessi anche se fanno parte di un cinema rivolto al pubblico giovanile.

Volendo, però, Love and Monsters può anche essere interpretato sotto il segno dei tempi, rispecchiando la nostra voglia di “uscire dal buco” dopo una catastrofe che ci ha tutti costretti a barricarci, che sia sottoterra o meno. Ricorda qualcosa? Certo, e fin troppo da vicino.

Regia: Michael Matthews. Con: Dylan O’Brien, Michael Rooker, Jessica Henwick, Ellen Hollman, Ariana Greenblatt, Damien Garvey, Melanie Zanetti, Tasneem Roc, Amali Golden, Dan Ewing, Tandi Wright, Arthur Costa, Pacharo Mzembe, Donnie Baxter, Andrew Buchanan Anno: 2020 Durata: 109 min. Paese: USA Distribuzione: Netflix

About Raffaele Mussini

Appassionato di cinema a 360°, bulimico di visioni fin da piccolo. Si laurea in Marketing, per scoprire solo qualche anno più tardi che la sua vocazione è la scrittura. Pubblica così due romanzi e un saggio di cinema, "In ordine di sparizione - Più di duecento film che forse non avete mai visto o che avete dimenticato", edito da Corsiero Editore. Sta lavorando a un quarto libro, ma nel poco tempo libero il cinema combatte duramente per farsi strada e conquistarsi il primato tra le sue passioni. Ama Malick, Scorsese e Mario Bava, tra i tantissimi, con una predilezione per l'horror e per il noir d'altri tempi.

Guarda anche

il-silenzio-grande-recensione-film-copertina

Il Silenzio Grande – Una famiglia complicata in una casa ingombrante – Recensione

Il Silenzio Grande: Alessandro Gassmann torna alla regia con una commedia che ragiona sulla famiglia, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.