Home / RECENSIONI / Drammatico / Lei Mi Parla Ancora – Amore al di là del tempo e dello spazio – Recensione

Lei Mi Parla Ancora – Amore al di là del tempo e dello spazio – Recensione

Lei Mi Parla Ancora: Tratto dall’autobiografia di Giuseppe Sgarbi, padre di Vittorio e Elisabetta Sgarbi, è visibile su Sky Cinema e Now TV la splendida opera di Pupi Avati sugli ultimi passi di una coppia di sposi uniti da un amore capace di valicare il tempo e lo spazio.

Nino (Renato Pozzetto) è un anziano farmacista che vive con sua moglie in una splendida cascina nel verde. La sua vecchiaia procede tranquilla circondato dalle splendide opere d’arte che ha collezionato negli anni con sua moglie quando vede il suo mondo svanire con il ricovero e la successiva morte dell’amatissima Nina (Stefania Sandrelli). I due però si sono promessi amore eterno, un amore di una intensità tale che riesce perfino a superare gli impedimenti terreni. 

Cosa funziona Lei Mi Parla Ancora

Pupi Avati dimostra per l’ennesima volta la sua incredibile capacità di dirigere attori, e non, al di fuori della loro comfort zone portando sullo schermo un’inatteso Renato Pozzetto nella sua prima interpretazione drammatica che è struggente in modo inaspettato.

Nino è un personaggio tenero ed indifeso, che si approssima alla vecchiaia confortato da un amore infinito per sua moglie e per l’arte di cui ha adornato la sua grande cascina sperduta in Veneto.

Spettatrice dell’incanto di un amore così puro la figlia dei coniugi ingaggia un Ghostwriter, Fabrizio Gifuni, per scrivere le memorie degli amati genitori che ci restituiscono una visone colma di meraviglia e incanto per una Italia e un mondo che non c’è più.

Perchè non guardare Lei Mi Parla Ancora

Caratterizzato dal ritmo compassato di quel mondo contadino di cui abbiamo perso il ricordo e di una bellezza poetica quanto discreta, Lei Mi Parla Ancora a uno sguardo poco attento può sembrare un’opera dedita alla senilità, meno adatta alle giovani generazioni. Sguardo che dimostra però poca lungimiranza visto che la stessa è in realtà colma di eleganza esteriore e interiore.

L’opera era stata inizialmente pensata per distribuzione su grande schermo ma è stata poi dirottata da Vision Distribution in esclusiva su Sky Cinema, a causa della chiusura delle Sale per l’emergenza sanitaria dovuta al Covid 19. Una poetica in forma cinematografica che celebra la bellezza in tutte le sue forme.

Da non perdere.

Regia: Pupi Avati Con: Renato Pozzetto, Stefania Sandrelli, Isabella Ragonese, Fabbrizio Gifuni Anno: 2021 Durata: 100 min. Paese: Italia Distribuzione: Sky Cinema

About Eli Freso

Guarda anche

monster-hunter-recensione-film-copertina

Monster Hunter – I Mostri di Capcom prendono vita al cinema – Recensione

Monster Hunter: Dopo il successo di pubblico della serie cinematografica di Resident Evil, Capcom ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.