Home / TV / Serie TV / Jurassic World – Nuove avventure: buon riscontro dalla seconda stagione – Recensione

Jurassic World – Nuove avventure: buon riscontro dalla seconda stagione – Recensione

Jurassic World: Dominion uscirà nel giugno 2022… se saremo fortunati!
La pandemia da Covid-19 ha rallentato la distribuzione dell’ultimo capitolo dedicato ai dinosauri di Steven Spielberg, così per ingannare l’attesa, perché non guardare su Netflix “Jurassic World – Nuove avventure” (Jurassic World Camp Cretaceous), la cui seconda stagione è stata inserita sulla piattaforma poche settimane fa?

Prima di recensire la seconda stagione, ecco un breve riassunto ed analisi della prima.

Un gruppo di ragazzi, perfettamente paritario e multietnico, ha l’occasione di vivere una straordinaria avventura: non solo visitare Isla Nublar, sede del nuovo Jurassic World dopo il fallimento del Park di John Hammond di 22 anni prima, ma anche da accesso vip.

Sei giovani coetanei ma tutti diversi tra di loro per carattere e passioni, ma che verranno uniti da qualcosa di più grande: la distruzione del parco causata dalla fuga dell’Indominus Rex.

Dovranno mettere da parte le loro divergenze per sopravvivere, perché senza adulti e con tanti dinosauri carnivori in libertà… è davvero dura!

Quando venne presentato il primo trailer di “Jurassic World – Nuove avventure” l’accoglienza non fu tra le più positive, per via della grafica 3D che ricordava un videogioco di basso livello (discorso simile al remake Netflix sui Cavalieri dello Zodiaco).

Critiche non troppo lontane dalla realtà una volta vista tutta la prima stagione, un difetto a cui si può però soprassedere per via di altri punti decisamente positivi.

Primo fra tutti il collocamento temporale, che si incastra alla perfezione agli eventi di Jurassic World 2015, aggiungendo dunque nuove scene, come quella dell’Indominus Rex che porta alla distruzione della voliera e la conseguente morte in elicottero di Masrani.

Il design dei dinosauri è decisamente migliore di quello degli esseri umani, e sono in grado di trasmettere il giusto timore, anche se un pizzico di oscurità nell’ambientazione non avrebbe certo guastato.

Quindi “Jurassic World – Nuove avventure” è davvero una serie animata per bambini?

Per Spielberg no, e Rotten Tomatoes afferma che potrebbe essere addirittura troppo violenta per alcuni.

La cosa certa è che ci sono diverse morti umane per bocca di dinosauri, ma tutte avvengono fuori campo.

Dramma sì, ma non al livello dei live-action.

Dopo l’incastro degli eventi con Jurassic World, l’elemento, o meglio, gli elementi che funzionano di più sono le caratterizzazioni e la storia che costruiscono i ragazzi protagonisti. Come dicevamo, sono tutti diversi tra loro e questo crea tante sottotrame interessanti, tra cui una vera spy-story.

Della seconda stagione non c’è molto da dire, la grafica sembra un minimo migliorata, abbiamo degli antagonisti che ricordano quelli di Jurassic Park – Il mondo perduto, ma la storia si sviluppa anche in maniera molto originale, dato che gli eventi del primo film sono ormai conclusi.
Abbiamo dunque una prospettiva di Isla Nublar dopo il fuggi fuggi generale, e visto il finale c’è da chiedersi: nella terza stagione vedremo questi ragazzi congiungersi con l’inizio di Jurassic World – Il regno distrutto?

Sugli scudi il doppiaggio italiano, con la conferma del cast vocale della prima stagione sui protagonisti (Vittorio Thermes, Chiara Fabiano, Giulia Franceschetti, Tito Marteddu, Federico Campaiola ed Eva Padoan) a cui si aggiungono Federico Viola, Giulia Catania e Stefano Alessandroni, diretti da Giulia Catania, coi dialoghi di Rossella Izzo, presso Pumaisdue.

Ideata da: Zack Stentz Genere Animazione Anno: 2020 Durata: 24 min per Episodio Paese: USA Distribuzione: Netflix

About Valerio Brandi

Avatar

Guarda anche

kentannos-recensione-film-copertina

Kentannos – L’età è uno stato mentale – Recensione

Kentannos è disponibile online dal 9 aprile, il documentario che segue le storie di alcuni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.