Home / RECENSIONI / Azione / Io Sono Nessuno – Divertente e rocambolesco, se lo guardi per il verso giusto – Recensione

Io Sono Nessuno – Divertente e rocambolesco, se lo guardi per il verso giusto – Recensione

Io Sono Nessuno: Possiede l’assurdità caustica di un fumetto, l’inverosimiglianza trash di un film comico e una spavalderia cafona sfrenata. Prendere o lasciare, ma se si sta al gioco ci si diverte.

Quando una notte due rapinatori irrompono nella tranquilla vita di Hutch Mansell (Bob Odenkirk), mite e docile uomo comune con famiglia, l’uomo rifiuta di reagire suscitando così la delusione e disapprovazione dei suoi famigliari.

Ma la sua rabbia solo apparentemente soppressa è pronta ad esplodere, rivelando un’identità a lungo celata che lo esporrà – assieme ai suoi cari – a terribili pericoli e a mortali nemici. 

Cosa funziona in Io Sono Nessuno

Funzionano l’ironia e il ritmo. Io Sono Nessuno è una giostra, senza pretese e senza controllo (soprattutto nella sfrenata parte finale), che inizia su toni seriosi – ma neanche troppo – per poi defluire in un fuoco di fila di trovate assurde e spassose. Christopher Lloyd (il Doc di Ritorno al Futuro), in questo senso, fa da solo un 50% della qualità e del divertimento del film. È soprattutto lui che ricordiamo a visione terminata.

Perché non guardare Io Sono Nessuno

Per arrivare sani e salvi alla fine della visione è necessario spegnere il cervello più di quanto si pensi.

La deriva trash che prende il film nella seconda parte, a fronte di una prima pacata e più strettamente rigorosa (un cambio di registro che già potrebbe far storcere il naso ai puristi della coerenza), rischia spesso di essere eccessiva anche se voluta e contestuale.

È il classico filmetto da popcorn da vedere durante una serata spensierata, meglio se con una numerosa compagna di amici. Il continuo passaggio da un registro all’altro può stonare e contrariare i più, ma il divertimento è assicurato se ci si abbandona alla goliardia dell’insieme e se si evita qualsiasi paragone con “John Wick” (nonostante la trama sia più che simile), che è tutt’altra cosa.

Io Sono Nessuno è al cinema dal 1 luglio con Universal Pictures.

Regia: Ilya Naishuller Con: Bob Odenkirk, Connie Nielsen, Rza, Aleksey Serebryakov, Christopher Lloyd,  Humberly González, J.P. Manoux, Araya Mengesha, Gage Munroe, Kristen Harris, Paul Essiembre, Erik Athavale, Paisley Cadorath Anno: 2021 Durata: 92 min. Paese: USA Distribuzione: Universal Pictures

About Raffaele Mussini

Appassionato di cinema a 360°, bulimico di visioni fin da piccolo. Si laurea in Marketing, per scoprire solo qualche anno più tardi che la sua vocazione è la scrittura. Pubblica così due romanzi e un saggio di cinema, "In ordine di sparizione - Più di duecento film che forse non avete mai visto o che avete dimenticato", edito da Corsiero Editore. Sta lavorando a un quarto libro, ma nel poco tempo libero il cinema combatte duramente per farsi strada e conquistarsi il primato tra le sue passioni. Ama Malick, Scorsese e Mario Bava, tra i tantissimi, con una predilezione per l'horror e per il noir d'altri tempi.

Guarda anche

il-silenzio-grande-recensione-film-copertina

Il Silenzio Grande – Una famiglia complicata in una casa ingombrante – Recensione

Il Silenzio Grande: Alessandro Gassmann torna alla regia con una commedia che ragiona sulla famiglia, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.