Home / RECENSIONI / Horror / Halloween Kills: il secondo capitolo della neo-trilogia è tra i migliori della saga – Recensione

Halloween Kills: il secondo capitolo della neo-trilogia è tra i migliori della saga – Recensione

Halloween Kills: Seconda parte – in diretto continuum con il precedente film del 2018 – di una trilogia illuminata (altissime le aspettative sul capitolo finale in uscita l’anno prossimo), ma anche il miglior film di David Gordon Green ad oggi.

Pochi istanti dopo che Laurie Strode (Jamie Lee Curtis), la figlia Karen (Judy Greer) e la nipote Allyson (Andi Matichak) hanno abbandonato la casa di Laurie in cui Michael Myers (Nick Castle / James Jude Courtney) era apparentemente morto tra le fiamme, questi ritorna e fa una strage tra i pompieri accorsi.

Nel mentre Laurie viene trasportata in ospedale poiché ferita, ma quando scoprirà che Michael è ancora vivo sarà solo l’inizio di un nuovo incubo che coinvolgerà non solo lei, ma tutti gli abitanti della cittadina di Haddonfield, inferociti contro la caccia al killer.

Cosa funziona in Halloween Kills

Con Halloween Kills, Michael Myers, trascende letteralmente la propria umanità diventando l’esegesi del male e il film un horror teorico sull’inconscio di una collettività provinciale (ma platealmente americana in senso estensivo), nonché una riflessione finalmente definitiva del mito del killer.

Perché non guardare Halloween Kills

Guardando il film può forse venire spontaneo rimpiangere quel cinema anni ’70 e ’80 libero da orpelli e riflessioni ma semplice e fiero di esserlo.
Oggi, quando il genere passa sotto mille filtri (la rilettura, l’omaggio, ecc.), è quasi impossibile resuscitare questa purezza perduta. A suo modo quindi Halloween Kills è un segno del/nel proprio tempo.

Un film stupendo, con momenti davvero alti (il finale, per definizione impossibile) e un trait d’union col passato intelligente e affascinante, nonché visivamente ricercato con straordinaria minuzia mimetica. Oltretutto, e si badi che l’aspetto è tutto fuorché di secondaria importanza, una gran mattanza splatter che si prefigge l’intento (raggiungendolo) di rincarare la dose di sangue e violenza rispetto al precedente capitolo.

Il film è al cinema dal 21 ottobre con Universal Pictures.

Regia: David Gordon Green Con: Jamie Lee Curtis, Judy Greer, Andi Matichak, Will Patton, Thomas Mann, Anthony Michael Hall, Kyle Richards, Nick Castle, Robert Longstreet, Charles Cyphers, James Jude Courtney, Victoria Paige Watkins Anno: 2021 Durata: 105 min. Paese: USA Distribuzione: Universal Pictures

About Raffaele Mussini

Appassionato di cinema a 360°, bulimico di visioni fin da piccolo. Si laurea in Marketing, per scoprire solo qualche anno più tardi che la sua vocazione è la scrittura. Pubblica così due romanzi e un saggio di cinema, "In ordine di sparizione - Più di duecento film che forse non avete mai visto o che avete dimenticato", edito da Corsiero Editore. Sta lavorando a un quarto libro, ma nel poco tempo libero il cinema combatte duramente per farsi strada e conquistarsi il primato tra le sue passioni. Ama Malick, Scorsese e Mario Bava, tra i tantissimi, con una predilezione per l'horror e per il noir d'altri tempi.

Guarda anche

elvis-recensione-film-copertina

ELVIS – Austin Butler è un grande Re del Rock n’roll – Recensione

ELVIS: Diretto da Baz Luhrmann, regista de Il Grande Gatsby con Leonardo DiCaprio, arriva al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.