Home / RECENSIONI / Frammenti dal passato – Reminiscence – Capire se stessi e gli altri attraverso i ricordi – Recensione

Frammenti dal passato – Reminiscence – Capire se stessi e gli altri attraverso i ricordi – Recensione

Frammenti dal passato – Reminiscence: Esordio alla regia per Lisa Joy, sceneggiatrice e produttrice televisiva statunitense, che in compagnia di un cast stellare compie il salto dal piccolo al grande schermo.

L’investigatore privato Nick Bannister (Hugh Jackman), attraverso l’utilizzo di una macchina che legge la mente, è capace di scavare nel mondo oscuro e affascinante del passato dei suoi clienti, aiutandoli ad accedere ai ricordi perduti.

In una Miami ormai completamente sommersa dall’acqua, vive alla giornata fino all’incontro con l’avvenente Mae (Rebecca Ferguson), una nuova cliente che lo assume apparentemente per il semplice smarrimento delle chiavi di casa. La successiva e misteriosa scomparsa della donna trasforma l’attrazione dell’uomo in un ossessione.

Bannister indaga senza sosta sulla scomparsa di Mae, ma fino a che punto ci si può spingere per tenere strette le persone che amiamo?

Cosa funziona in Frammenti dal passato – Reminiscence

L’idea di rivivere i ricordi alla ricerca di indizi non è nuova nel mondo del cinema ma è sicuramente sempre affascinante. Alla sua prima regia in un lungometraggio cinematografico Lisa Joy sceglie un tema fantascientifico, la lettura della mentre attraverso una macchina, per mettere in cena un thriller mnemonico dal piglio ossessivo ma dallo spirito romantico.

In un mondo distopico e quasi completamente sommerso dall’acqua seguiamo il personaggio di Hugh Jackman tra i ricordi dei suoi clienti per risolvere la misteriosa scomparsa della donna che ama. Gli indizi sono nascosti attraverso ogni piccolo particolare della storia, scritta dalla stessa regista, e ci trascinano nella tormentata ricerca del protagonista.

Opera lineare ma con una lodevole atmosfera e con grande attenzione all’utilizzo dei dettagli. Un film che mescola fanta-thriller, viaggi nel tempo, noir e romanticismo, e ci riesce per buona parte abbastanza bene.

Perché non guardare Frammenti dal passato – Reminiscence

Poca originalità e tanta carne al fuoco per la scrittura di Lisa Joy che impone alla sua prima opera un minutaggio importante, tantissime idee e soluzioni narrative lungo il cammino.

Gli spettatori con poca pazienza o poca attenzione troveranno tutto questo abbastanza insopportabile e smarriranno la via in favore del primo cellulare di turno.

Un peccato perché la presenza di un cast stellare, l’affascinante ambientazione sommersa e l’intricata ricerca di Nick Bannister, non meritano di essere liquidati con distrazione, insofferenza e svagatezza.

Frammenti dal passato – Reminiscence dal 16 agosto al cinema con Warner Bros.

Regia: Lisa Joy Con: Hugh Jackman, Rebecca Ferguson, Thandie Newton, Daniel Wu, Angela Sarafyan, Marina de Tavira, Cliff Curtis, Natalie Martinez, Brett Cullen, Teri Wyble, Thomas Francis Murphy, Sam Medina, Mojean Aria, Rey Hernández, Sue-Lynn Ansari, Jessica Medina, Tracy Brotherton, Dawn Lyn (II), Demi Castro, Javier Molina Lamothe, Ellen Marguerite Cullivan, Sidnei Barboza Anno: 2021 Durata: 116 min. Paese: USA Distribuzione: Warner Bros Italia 

About Davide Belardo

Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

il-ragazzo-piu-bello-del-mondo-recensione-film-copertina

Il Ragazzo più Bello del Mondo – Recensione del documentario sulla vita di Björn Andrésen

Il Ragazzo più Bello del Mondo: a 50 anni dalla anteprima mondiale di Morte a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.