Home / RECENSIONI / Animazione / EVANGELION: DEATH (TRUE)2/THE END OF EVANGELION – Recensione del film di Hideaki Anno

EVANGELION: DEATH (TRUE)2/THE END OF EVANGELION – Recensione del film di Hideaki Anno

La Stagione degli anime al cinema riparte dall’attesissima uscita evento il 28-29-30 giugno: EVANGELION: DEATH (TRUE)2/THE END OF EVANGELION di Hideaki Anno, due lungometraggi per il cinema che riprendono e concludono la storia della serie televisiva.

La storia ci porta nel cuore della battaglia agli Angeli, che procede di pari passo con la crescita interiore di Shinji, un percorso emotivo coadiuvato dall’incontro del ragazzo con la signorina Misato Katsuragi, la silenziosa Rei Ayanami e Asuka, la sfrontata Third Children.

Nel frattempo, il piano della Seele prende corpo e il quartiere generale della Nerv finisce sotto attacco. Mentre Asuka combatte contro la Serie degli Eva, Misato tenta di salvare Shinji dall’attacco dei militari. Gendo decide di avviare l’unione fra Adam e Lilith prendendo con sé Rei, ma viene fermato dalla stessa ragazza.

Ha così inizio il Third Impact, volto a portare a compimento il Progetto per il Perfezionamento dell’Uomo. C’è ancora speranza che gli esseri viventi possano ricreare le proprie identità singole?

La prima metà, Death (True)2 costituisce un riassunto dei primi 24 episodi dell’anime che condensa la trama di Neon Genesis Evangelion per fornire un utile ripasso e preparare alla visione di The End of Evangelion.

The End of Evangelion è composto dal remake dei due episodi finali dell’anime in cui Shinji, si trova a dover decidere quale sarà il futuro dell’umanità.

Cosa funziona in EVANGELION: DEATH (TRUE)2/THE END OF EVANGELION.

Caratterizzato da riflessioni religiose e cabalistiche e da una profonda introspezione psicologica di tutti i personaggi. Non può sostituire la visione della serie però aggiunge nuovi spunti significativi adottando una serie di punti di vista inediti.

EVANGELION: DEATH (TRUE)2/THE END OF EVANGELION funziona anche per il modo di presentare la sua sperimentazione visiva e narrativa.

Perché non guardare EVANGELION: DEATH (TRUE)2/THE END OF EVANGELION.

Nonostante la prima parte sia da introduzione per preparare alla visione dell’episodio finale, la visione risulterà molto difficoltosa per chi non ha mai visto l’anime dall’inizio.

DEATH (TRUE)2 segue un ordine tematico anziché cronologico. Si concentra molto sullo stato emotivo dei personaggi e le loro relazioni, lasciando all’oscuro di tutto il resto.

THE END OF EVANGELION proprio per la sua estrema complessità e stratificazione di tematiche filosofiche, psicanalitiche e religiose, che per un fan di Evangelion sono completamente chiare e fruibili, non saranno molto comprensibili a chi non ha visto tutta la serie.

EVANGELION: DEATH (TRUE)2/THE END OF EVANGELION è al cinema solo il 28-29-30 giugno con Nexo Digital e Dynit.

Regia: Hideaki Anno Anno: 2021 Durata: 90 min. Paese: Giuseppe Distribuzione: Nexo Digital

About Silvia Aceti

Guarda anche

racconti-cinema-gioco-gerald-carla-gugino-copertina

Racconti di Cinema – Il gioco di Gerald di Mike Flanagan con Carla Gugino e Bruce Greenwood

Ebbene, oggi recensiamo un film piuttosto recente, cioè Il gioco di Gerald. Firmato dal regista di Doctor …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.