Home / RECENSIONI / Antlers – Spirito Insaziabile – Scott Cooper riporta il Windigo al cinema – Recensione

Antlers – Spirito Insaziabile – Scott Cooper riporta il Windigo al cinema – Recensione

Antlers – Spirito Insaziabile: Dopo il bellissimo “Hostiles – Ostili“, Scott Cooper, torna alla desolazione della periferia americana con un thriller/horror immerso nella tradizione dei miti dei nativi americani. Basato sul racconto The Quiet Boy, scritto da Nick Antosca, sceneggiatore del film con lo stesso Cooper e C. Henry Chaisson, pubblicato sul magazine Guernica e prodotto da Guillermo del Toro.

Julia Meadows (Keri Russell), è un’insegnante di una cittadina nella periferia dell’Oregon che torna in famiglia dopo essere fuggita agli abusi di un padre violento. Altamente sensibile alle difficoltà dei rapporti tra figli e genitori, nota e comincia ad interessarsi al timido e introverso studente, Lucas Weaver (Jeremy T. Thomas).

Sorella dello sceriffo della zona, Paul Meadows (Jesse Plemons), cerca disperatamente di far luce sulle difficoltà relazionali del suo piccolo alunno. Nessuno vuole credergli ma quando viene trovato un corpo mutilato nel bosco e la preside Booth (Amy Madigan) scompare, Julia, vuole tutte le sue forze scoprire il misterioso segreto che lega le vittime alla famiglia del ragazzo.

Cosa funziona in Antlers – Spirito Insaziabile

Nonostante il titolo italiano lasci pensare ad un delirante film su di un cavallo selvaggio, la nuova fatica di Scott Cooper, ci immerge nuovamente nella desolante periferia americana, in cui le atmosfere cupe e desolate, apprezzate anche in serie TV come “True Detective“, si fondono in una comunità che vive spesso al limite della legalità e i crimini sono il tributo di sangue da pagare alla terra.

In questa tetra desolazione si muove il personaggio di una convincente Keri Russell, nei panni di una donna che con difficoltà ha trovato la sua strada sopravvivendo alle morbose attenzioni del padre. Un personaggio positivo che malgrado il passato oscuro cerca di far luce sulla vita di un bambino al quale vuole risparmiare le sofferenze vissute.

Nel tessuto psicologico del film, striscia il male puro di una maledizione leggendaria che viene tramandata tra gli esseri umani come un infezione da estirpare e placcare con il sangue e la carne delle vittime.

Un thriller di matrice horrorifica ben scritto ed interpretato, in cui non mancano azione, qualche salto dalla poltrona e buona gestione della suspense. Ottimo il finale del film.

Perché non guardare Antlers – Spirito Insaziabile

Per gli appassionati del horror da jumpscare assicurato, Antlers – Spirito Insaziabile, non è certamente il film da consigliare. Siamo al cospetto di un horror-thriller di matrice moderna che pone forte accento sull’aspetto psicologico e sociale, ma non per questo disdegna momenti maligni di buon impatto visivo.

Il finale non consolatorio potrebbe infastidire gli spettatori che vogliono dall’epilogo della vicenda una soluzione permanente. Concludiamo infine con la drammatica presenza di alcuni cliché del genere, in cui ci sarà sempre qualcuno che deve aprire quella porta che non deve essere aperta o che non farà marcia indietro nonostante i rumori sospetti.

Antlers – Spirito Insaziabile è al cinema dal 28 ottobre con Disney e 20th Century Studios.

Regia: Scott Cooper Con: Keri Russell, Jesse Plemons, Jeremy T. Thomas, Graham Greene (II), Scott Haze, Rory Cochrane, Amy Madigan, Cody Davis, Arlo Hajdu Anno: 2021 Durata: 99 min. Paese: USA Distribuzione: Walt Disney

About Davide Belardo

Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

stranger-things-4-recensione-ultimi-episodi

Stranger Things 4 – Recensione degli ultimi due straordinari episodi della serie Netflix

Stranger Things 4: La recensione degli episodi 8 e 9 della serie Netflix. Ebbene, dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.