Home / RECENSIONI / Biografico / Vox Lux – Il ritratto del ventunesimo secolo di Brady Corbet

Vox Lux – Il ritratto del ventunesimo secolo di Brady Corbet

Vox Lux: Dopo la presentazione alla 75 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, la seconda prova di Brady Corbet, regista del sorprendente The Childhood of a Leader – L’infanzia di un capo, è ancora priva di distribuzione italica. Protagonisti della pellicola: una splendida Natalie Portman e Jude Law, Stacy Martin, Christopher Abbott, Raffey Cassidy e Willem Dafoe.

Storia dell’ascesa di Celeste (Raffey Cassidy da adolescente, Natalie Portman da adulta) da studentessa ad acclamata pop star mondiale. Una vita e una carriera che si intrecciano con alcune tra le più gravi tragedie del nuovo millennio.

vox-lux-recensione-film-02

Cosa funziona in Vox Lux

Contrariamente a quanto la trama non possa far pensare, è tutto fuorché un biophic standard. Anzi, nella propria suddivisione in tre atti si scosta dal blando formato agiografico di tanti film odierni e vola altissimo fin dallo spiazzante incipit per raccontare “un ritratto del ventunesimo secolo” (come cita il sottotitolo). Script folgorante adagiato su un tappeto estetico magnetico, con una Natalie Portman fenomenale spalleggiata da un cast da applausi.

vox-lux-recensione-film-01

Perché non guardare Vox Lux

Può contrariare chi è abituato agli schemi, alle impostazioni classiche, alla biografia onnicomprensiva, nella quale per forza bisogna raccontare tutto e non c’è spazio per allusioni rivelatrici, digressioni estatiche e slanci visivo-linguistici come in quest’opera unica e rara.

Brady Corbet (The Childhood of a Leader – L’infanzia di un capo) firma uno straordinario film sul rapporto tra società e spettacolo, tra realtà ed etica mediatica, che utilizza filtri e strumenti della nostra epoca (squarci pop-onirici in videoclip) per metterne in mostra l’anima plastica quanto il lato oscuro. Con un’ambiguità aleggiante che lascia spiazzati e una seminale e stratificata riflessione sull’arte della performance. Chapeau!

Regia: Brady Corbet Con: Natalie Portman, Jude Law, Stacy Martin, Christopher Abbott, Raffey Cassidy, Willem Dafoe, Jennifer Ehle, Maria Dizzia, Erik King, Matt Servitto Anno: 2018 Durata: 110 min. Paese: USA

About Raffaele Mussini

Raffaele Mussini
Appassionato di cinema a 360°, bulimico di visioni fin da piccolo. Si laurea in Marketing, per scoprire solo qualche anno più tardi che la sua vocazione è la scrittura. Pubblica così due romanzi e un saggio di cinema, "In ordine di sparizione - Più di duecento film che forse non avete mai visto o che avete dimenticato", edito da Corsiero Editore. Sta lavorando a un quarto libro, ma nel poco tempo libero il cinema combatte duramente per farsi strada e conquistarsi il primato tra le sue passioni. Ama Malick, Scorsese e Mario Bava, tra i tantissimi, con una predilezione per l'horror e per il noir d'altri tempi.

Guarda anche

yellowstone-recensione-serie-tv-cover

Yellowstone – Il western moderno più bello che si sia – Recensione della terza stagione

Recensione della terza stagione di Yellowstone, serie tv western moderna con protagonista un inossidabile Kevin …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.