Home / RECENSIONI / Drammatico / The King – Il Re (Venezia 76): Una miscela tra Shakespeare e il Trono di Spade

The King – Il Re (Venezia 76): Una miscela tra Shakespeare e il Trono di Spade

The King – Il Re: Tra Shakespeare (il film è ispirato all’Enrico V) e il Trono di Spade, con molto più del secondo che del primo. Una miscela che convince a metà, un’ideale produzione media perfetta per una serata sul divano e Netflix.

Hal (Timothée Chalamet), riluttante erede al trono inglese, ha voltato le spalle alla vita di corte e vive tra il popolo. Ma quando il suo tirannico padre muore sarà costretto ad abbracciare la vita dalla quale aveva tentato di fuggire, dovendo così esplorare la politica di palazzo, il caos e la guerra che suo padre si è lasciato alle spalle.

the-king-il-re-recensione-film-01

Cosa funziona in The King – Il Re

The King – Il Re compiace a partire dalla metà in poi, quando il lento – molto lento – decollo inizia il plot precedentemente piatto si fa teso, fitto di risvolti e – nella parte finale – sorprese. Funziona poi Joel Edgerton in un ruolo a lui inedito: il suo Falstaff è una figura sfaccettata, ironica e al contempo dolente. Un film cupo e serioso, forse fin troppo, elegantemente fotografato, dalla crudezza efficacemente esibita e con una bella scena di battaglia finale.

the-king-il-re-recensione-film-03

Perché non guardare The King – Il Re

The King – Il Re è un’ideale incrocio tra l’Enrico V shakespeariano dal quale è dichiaratamente tratto e “Il Trono di Spade”. Prende molto più dal secondo che non dal primo e questo forse è il suo principale limite: un film pensato per cavalcare un’onda e adagiarsi sul terreno morbido e sicuro di una tendenza imperante. Andrebbe bene, se non durasse 133 minuti. Con venti minuti di meno, The King – Il Re poteva essere intrattenimento onesto. Invece la prima parte è terribilmente soporifera e tenta all’uscita dalla sala (o al cambio di canale)

the-king-il-re-recensione-film-01

Entra da un orecchio ed esce dall’alto, perfetto per una serata tranquilla davanti alla tv quando fuori fa freddo e Netflix non offre alternative più valide (prospettiva difficile, in realtà). Timothée Chalamet tremendo, inadattissimo, in perenne posatura dolente e affranta. Al suo confronto, la presenza trash di Robert Pattinson (biondiccio fino alle spalle, accento francese storpiato improponibile) diventa squisita. Appena sufficiente.

The King – Il Re sarà disponibile sul catalogo Netflix dal 1 novembre

Regia: David Michôd Con: Timothée Chalamet, Robert Pattinson, Joel Edgerton, Ben Mendelsohn, Sean Harris Anno: 2019 Durata: 133 min. Paese: USA Distribuzione: Netflix.

About Raffaele Mussini

Appassionato di cinema a 360°, bulimico di visioni fin da piccolo. Si laurea in Marketing, per scoprire solo qualche anno più tardi che la sua vocazione è la scrittura. Pubblica così due romanzi e un saggio di cinema, "In ordine di sparizione - Più di duecento film che forse non avete mai visto o che avete dimenticato", edito da Corsiero Editore. Sta lavorando a un quarto libro, ma nel poco tempo libero il cinema combatte duramente per farsi strada e conquistarsi il primato tra le sue passioni. Ama Malick, Scorsese e Mario Bava, tra i tantissimi, con una predilezione per l'horror e per il noir d'altri tempi.

Guarda anche

un-altro-giro-recensione-bluray-film-cover

Un Altro Giro – Recensione del Bluray del film di Thomas Vinterberg

Un Altro Giro: Disponibile dal 22 Settembre in DVD e Bluray per la distribuzione di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.