Home / RECENSIONI / Drammatico / Charlie Says: tre donne raccontano Charles Manson

Charlie Says: tre donne raccontano Charles Manson

Arriva finalmente al cinema il 22 Agosto, Charlie Says, dopo la presentazione a Venezia 75 dello scorso anno. Un nuovo tentativo di portare Charles Manson al cinema: una storia vera malefica quanto affascinante ma alla quale avrebbero giovato più polso e sana cattiveria in fase realizzativa. Nel cast oltre a Matt Smith anche Hannah Murray,  famosa per il suo ruolo ne Il Trono di Spade e la partecipazione in Detroit di Kathryn Bigelow.

Tre ragazze vengono condannate all’ergastolo perché coinvolte nel caso di Charles Manson. Una giovane studentessa viene incaricata di far loro da insegnante e, grazie a lei, si assiste al racconto e alla trasformazione delle tre giovani.

charlie-says-recensione-film-02

Cosa funziona in Charlie Says

La visione di Charlie Says è consigliata a tutti i neofiti delle vicende che attorniano la famigerata figura di Charles Manson, qui interpretato in maniera eccelsa da Matt Smith (noto per la serie televisiva Doctor Who). Sui binari di un biophic standard Mary Harron costruisce un’opera coinvolgente che ricostruisce i topoi di un’iniziazione al male. Il film funziona quindi soprattutto da un punto di vista didattico.

charlie-says-recensione-film-01

Perché non guardare Charlie Says

Il problema è che, appunto, Charlie Says non esce da questi binari standard, giacché nonostante il film scorra bene e abbia un certo ritmo, la regia è piatta e per chi già conosce abbastanza materia e argomenti trattati non c’è davvero nulla di nuovo e inedito.

Un filmino piccolo piccolo, che vanta buone interpretazioni e ci crede fino in fondo, ma non decolla mai veramente, rimanendo – consapevolmente? – al livello di un qualunque prodotto televisivo da piazzare su Netflix per la gioia di pochi. Da apprezzare nel suo mero valore didattico.

Charlie Says è al cinema dal 22 agosto con No.Mad Entertainment

Regia: Mary Harron Con: Hannah Murray, Sosie Bacon, Marianne Rendón, Merritt Wever, Suki Waterhouse, Chace Crawford, Annabeth Gish, Kayli Carter, Grace Van Dien, Matt Smith, Carla Gugino, Odessa Young, Kimmy Shields, Bridger Zadina, India Ennenga, Tracy Perez, Lindsay Farris, Cameron Gellman, Christopher Gerse, Jeremy Lawson Anno: 2018 Durata: 104 min. Paese: USA Distribuzione: No.Mad Entertainment

About Raffaele Mussini

Appassionato di cinema a 360°, bulimico di visioni fin da piccolo. Si laurea in Marketing, per scoprire solo qualche anno più tardi che la sua vocazione è la scrittura. Pubblica così due romanzi e un saggio di cinema, "In ordine di sparizione - Più di duecento film che forse non avete mai visto o che avete dimenticato", edito da Corsiero Editore. Sta lavorando a un quarto libro, ma nel poco tempo libero il cinema combatte duramente per farsi strada e conquistarsi il primato tra le sue passioni. Ama Malick, Scorsese e Mario Bava, tra i tantissimi, con una predilezione per l'horror e per il noir d'altri tempi.

Guarda anche

spiral-eredita-saw-recensione-film-copertina

Spiral – L’eredità di Saw: Darren Lynn Bousman riporta al cinema l’enigmista – Recensione

Spiral – L’eredità di Saw: Il nono capitolo della saga Saw, con l’esodio firmato da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.