Home / CULTURAL / Romics aprile 2016: un tuffo negli anni ‘70
Romics-aprile-2016-copertina

Romics aprile 2016: un tuffo negli anni ‘70

Eventi e novità in questo Romics di aprile del 2016: l’intervento di Go Nagai, le ultime uscite della Lucky Red, e l’incontro con la fumettista Elena Casagrande

Dal 7 al 10 aprile 2016 si svolge a Roma, il Romics, la Fiera del Fumetto e non solo, uno degli eventi più attesi dagli appassionati di tutto ciò che concerne il mondo manga, comics e tanto altro. Girando tra gli stand si ha la possibilità di immergersi in un universo di fantasia e mistero. E così se da una parte c’è la fila per ammirare la bacchette del film di Harry Potter, si aggirano con le loro famigerate liste anche i collezionisti più incalliti, che vedono nel Romics la possibilità di concludere le loro introvabili serie a un prezzo ragionevole.

Non dimentichiamo poi i travestimenti, grazie a cui si ha la possibilità di avere uno sconto sul biglietto di ingresso. Accanto a chi indossa un costume per il puro piacere di farlo, troviamo i più esperti e accaniti cosplayers, fonte di gioia per tutti i fotografi amatoriali e non.

Guarda il Photo Album con gli scatti della nostra Maria Raucci al Romics 2016

Come ogni anno la redazione di Daruma non ha perso l’occasione per partecipare all’evento e di seguito trovate una breve cronistoria della nostra giornata più attesa, quella di Sabato 9 Aprile 2016.

Per gli appassionati di Doctor Who alle 14 c’è stata la possibilità di incontrare Elena Casagrande, fumettista autrice della serie cartacea Doctor Who: Il Decimo Dottore della Titan Comics. Un incontro molto interessante nel quale l’autrice ha regalato più di un momento toccante per ogni fan che si rispetti.

Romics-aprile-2016-team-spiderman

Da appassionati di cinema e serie tv non ci potevamo certo far scappare il Padiglione 6 dove:

Oltre a una proiezione di un episodio inedito in Italia della seconda stagione di Flash, la Lucky Red ha approfittato di un breve spazio al Padiglione 6 per presentare i suoi ultimi film, tra cui ‘Un bacio’ e ‘Lo chiamavano Jeeg Robot’, che ritornerà nelle sale cinematografiche il 21 aprile. Inoltre è stato proiettato il promo di ‘Hardcore!’, con un annuncio imperdibile: l’11 aprile sarà possibile vedere i primi 11 minuti di questo film di azione vissuto in prima persona al cinema The Space, a Parco De Medici. Per gli appassionati di anime l’appuntamento è invece al 10 e 11 maggio, giorni in cui verrà eccezionalmente trasmesso ‘The Boy And The Beast’, film d’animazione giapponese di Mamoru Hosoda, lo stesso autore del capolavoro ‘Wolf Children’.

Onestamente però noi eravamo al Romics per un solo e unico evento………

Romics-aprile-2016-go-nagai

Quest’anno non manca neppure la presenza di un ospite di eccezione, ossia il maestro Go Nagai. Go Nagai è un fumettista e un disegnatore degli anni ’70 che ha avuto il merito di introdurre per primo i mecha, enormi robot pilotati da umani al loro interno. Tra le sue opere più importanti Goldrake, Mazinga Z, Il Grande Mazinga, Jeeg Robot, Getter Robot e Devilman. Il leggendario mangaka nel corso dell’intervista ha sottolineato quanto sia stata importante ai fini della sua formazione la cultura europea, in particolare quella italiana.

“La Divina Commedia è una delle opere che mi ha ispirato maggiormente. E’ diventata la Commedia la base appunto per alcune delle mie opere molto famose. Oltre a leggere la commedia, mi sono anche soffermato molto sulle illustrazioni che Gustave Dorè ha fatto nella Divinia Commedia, che hanno avuto un’influenza notevole sul mio modo di disegnare e di rappresentare la realtà”

Il maestro sottolinea inoltre come anche lo abbia colpito fin da giovane il cinema europeo del secondo dopoguerra, soprattutto quello italiano. Insomma anche i manga, tipicamente associati alla cultura giapponese, sembrerebbero risentire fin dai loro albori dell’influenza europea.

Guarda il video di Go Nagai al Romics

Oggi, domenica 10 aprile, è atteso un altro intervento di Go Nagai, il quale sarà anche premiato con l’ambito premio, il Romics D’Oro.

Approfittatene per vivere una giornata all’insegna della fantasia e del divertimento!

About Edoardo Fasano

Studente di matematica e appassionato di serie tv. Continua a sperare che i suoi personaggi preferiti non muoiano, invano. Ascolta un po' di tutto, vede un po' di tutto.

Guarda anche

mi-chiamo-francesco-totti-recensione-film-copertina

Mi Chiamo Francesco Totti – Cronache di un figlio di Roma – Recensione

Mi Chiamo Francesco Totti: Attraverso il racconto dello stesso Capitano della Roma Alex Infascelli porta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.