Home / CINEMA / Peter Greenaway a Milano – Incontro con il maestro all’Anteo spazio Cinema
peter-greenaway-a-milano-copertina

Peter Greenaway a Milano – Incontro con il maestro all’Anteo spazio Cinema

La domenica mattina del 6 Novembre, nei pressi dell’Anteo spazio Cinema di Milano, abbiamo assistito al secondo di una serie di incontri per tutta Italia di Peter Greenaway (regista de “I misteri del giardino di Compton House” e “Il cuoco, il ladro, sua  moglie e l’amante”)  col pubblico per presentare Nightwatching, ultima sua pellicola, disponibile in DVD con CG Entertainment. 

Bastano pochi minuti per avere una chiara dimostrazione di quanto sia una persona dotata di una cultura quasi spiazzante per quanto sia fuori dalla norma, ma soprattutto per rendersi conto di quanto il mondo dell’arte, ancor più di quello cinematografico, gli stia enormemente a cuore.

peter-greenaway-a-milano-nightwatching-centro

Lo stesso Greenaway afferma che secondo la sua opinione la pittura sia da considerare una forma d’arte nettamente superiore al cinema non solamente poiché la seconda sia indubbiamente derivativa nei confronti della prima, ma in primis per la longevità di quest’ultima, che conobbe i suoi albori sin dalle prime pitture rupestri.

La settima arte, dall’alto del suo secolo di storia, appare comunque una forma d’arte “neonata” rispetto all’immortale tradizione pittorica.

Non a caso, in un’uggiosa domenica ha presentato la sua opera “Nightwatching” (finalmente in Italia con 9 anni di ritardo dalla sua effettiva produzione e presentazione alla 64esima edizione della Mostra del cinema di Venezia), imponente per la messa in scena, incentrata sulla vita di Rembrandt Van Rijn, celebre artista del Seicento e sulla realizzazione del suo dipinto più conosciuto “La ronda di notte” (“The night watch”, come da titolo).

peter-greenaway-a-milano-nightwatching-fine

Dopo un’interessante introduzione sulla sua vita (l’iniziale fortuna e la successiva progressiva caduta in povertà), ha inizio l’incontro vero e proprio con il regista che ha saputo rendere giustizia all’esistenza di questo fin troppo trascurato pittore, che tuttavia ha avuto un incredibile impatto sulla storia dell’arte olandese, in particolare durante il periodo Barocco, pur non essendo originario di quelle terre.

Si è quindi rivelata un’imperdibile occasione di sentire parlare dal vivo una personalità del cinema inglese tra le più rinomate e purtroppo anche tra le più snobbate dal mercato italiano (pur definendosi un grande amante di questo paese: un amore, ahimè, non troppo contraccambiato..), ma anche un’opportunità per conoscere un artista così duttile e tormentato che rappresenta ancora per moltissime persone una totale incognita.

La domenica mattina del 6 Novembre, nei pressi dell’Anteo spazio Cinema di Milano, abbiamo assistito al secondo di una serie di incontri per tutta Italia di Peter Greenaway (regista de “I misteri del giardino di Compton House” e “Il cuoco, il ladro, sua  moglie e l’amante”)  col pubblico per presentare Nightwatching, ultima sua pellicola, disponibile in DVD con CG Entertainment.  Bastano pochi minuti per avere una chiara dimostrazione di quanto sia una persona dotata di una cultura quasi spiazzante per quanto sia fuori dalla norma, ma soprattutto per rendersi conto di quanto il mondo dell’arte, ancor più di quello cinematografico,…

User Rating: 4.65 ( 1 votes)

About Davide Colli

"We are like the dreamer, who dreams and live inside the dream...but who is the dreamer?"

Guarda anche

lamb-blurayesclusiva-sito-cg-cover

Lamb – Il Bluray in esclusiva sul sito di CG

Lamb: Il cult contemporaneo di Valdimar Jóhannsson con Noomi Rapace Grazie a Wanted Cinema CG …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.