Home / TV / Serie TV / Game Of Thrones 6×09, ‘Battle Of The Bastards’: recensione e promo della 6×10
Game-Of-Thrones-6x09-Battle-Of-Bastards-recensione-copertina

Game Of Thrones 6×09, ‘Battle Of The Bastards’: recensione e promo della 6×10

Game Of Thrones: Queen Of The North

Potremmo forse definirlo uno degli episodi più riusciti della sesta stagione di Game Of Thrones, e non sarebbe comunque sufficiente a descriverne la magnificenza. Con una nona puntata decisa a chiudere in modo epico la sesta stagione (l’ultima puntata infatti dal promo sembra solo gettare le basi per la settima stagione) si chiude definitivamente la contesa per definire il Re del Nord: da una parte la Casa dei Bolton, che aveva facilmente strappato il Nord agli uomini di Ferro, dall’altra la casa degli Stark, che rivendica legittimamente il trono di Winterfell. Da un lato Ramsay Bolton con un ingente esercito ben addestrato, dall’altro Jon Snow (Kit Harington) e Sansa Stark (Sophie Turner), i due fratellastri, affiancati dai Bruti e dalle poche truppe inviate dai loro alleati. L’episodio segue passo passo la battaglia più epica di Game Of Thrones, senza trascurare il minimo dettaglio. La freccia scagliata da Ramsay per uccidere Rickon Stark a pochi passi da Jon sancisce l’inizio dello scontro.

Inizialmente la ferocia dei Bruti sembra quasi supplire la differenza numerica tra i due eserciti, ma la strategia di Ramsay unita a un esercito ben addestrato riesce a mettere Snow con le spalle al muro. Proprio quando il suo esercito sta per essere decimato, intrappolato in una morsa letale, arriva un aiuto insperato, frutto di una nuova alleanza stretta tra Sansa e Peter Baelish. Grazie all’avanzata dell’esercito della Valle le sorti si ribaltano e il giovane lord Bolton è costretto a ritirarsi dentro le mura di Winterfell. Nulla può però fermare la furia di Jon, che riesce a irrompere nella città, imprigionando l’usurpatore e restituendo il titolo di Re del Nord a sua sorella Sansa. Per gli Stark però è solo l’inizio: riportare all’ordine il Nord, frammentato e senza più una guida, non è affatto semplice…inoltre quante casate minori saranno disposte ad accettare l’autorità di una donna, senza intravedere la possibilità di essere loro a capo?

I tempi cambiano nel continente di Westeros, e perfino all’infuori di esso. L’assedio della città di Meereen da parte degli schiavisti è destinato al fallimento nel momento in cui Daenerys (Emilia Clarke) schiera i suoi tre draghi (a capo ovviamente il mitico Drogon), che distruggono parte della flotta. La giovane Targaryen si conferma quindi finalmente regina indiscussa della città e stringe un’alleanza con Yara e Theon Greyjoy. In cambio del sostegno degli uomini di Ferro giunti con loro, Daenerys promette di aiutare la legittima erede, ossia Yara, a riprendersi le isole di Ferro. In cambio però Yara deve promettere che rispetterà sempre l’autorità di Daenerys come legittima regina dell’intero continente di Westeros. Si iniziano così a delineare le prime alleanze in vista di quella che si preannuncia come una guerra in grado di sconvolgere l’intero mondo di Game Of Thrones. Una guerra che si preannuncia fin dalla prima stagione ma che ancora sembra essere lontana.

Mentre la Casata degli Stark torna ai suoi antichi splendori, i Lannister si trovano ancora prigionieri nella loro città. Approdo del Re è ancora nelle mani dell’Alto Passero, ma sembra che nel finale della sesta stagione ci saranno risvolti anche da quel punto di vista. Sarà la fine dell’alleanza tra potere temporale e potere spirituale? Si chiuderà definitivamente il regno di Tommen, un ragazzo troppo debole e facilmente influenzabile?  E’ molto probabile, ma non sicuro. Di seguito il promo del season finale di Game Of Thrones (dal titolo ‘The Winds Of Winter’), in onda domenica 26 giugno 2016, che difficilmente potrà essere all’altezza di questa puntata.

About Edoardo Fasano

Studente di matematica e appassionato di serie tv. Continua a sperare che i suoi personaggi preferiti non muoiano, invano. Ascolta un po' di tutto, vede un po' di tutto.

Guarda anche

chernobyl-recensione-serie-copertina

Chernobyl: la miniserie del decennio? Probabilmente

Chernobyl: Ad un anno di distanza torniamo sulla serie evento dedicata al disastro nucleare di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.