Home / VIDEOGIOCHI / Uncharted: The Nathan Drake Collection (PS4) Recensione

Uncharted: The Nathan Drake Collection (PS4) Recensione

Tecnica

Tecnica

Restauro meticoloso da parte di Bluepoint Games in “The Nathan Drake Collection” che fin dal primo capitolo mostra un netto miglioramento nei modelli poligonali, un egregio lavoro sulle texture e sugli effetti di superficie, tutti elementi che aumentano drasticamente la risoluzione e il dettaglio rispetto all’originale su PS3. Intrigante anche il lavoro svolto sull’illuminazione e l’incremento degli effetti speciali con una notevole risposta dell’ambiente al passaggio di Natan. A distanza di nove anni troviamo “Uncharted: Drake’s Fortune” più fluido che mai e ancorato ai 60fps. Anche il vero capolavoro della trilogia “Uncharted 2: Il covo dei ladri” ha subito un incremento della risoluzione e offre ora un quadro più nitido, definito e con assenza di aliasing, oltre ovviamente ad una fluidità costante a 60fps. Migliorata anche l’illuminazione e la qualità degli effetti speciali come le esplosioni e i colpi d’arma da fuoco ancora più credibili. Stessa sorte è toccata al terzo capitolo. Unica nota di demerito della collezione è la compressione importante che hanno subito i filmati, scelta doverosa per inserire i tre capitoli su di un solo disco.

Giocabilità

Giocabilità

Le tre avventure non necessitavano di nessuna miglioria in termini di game play. La struttura dei tre giochi, soprattutto del primo capitolo, offrono il fianco ad una linearità d’azione distante dalla libertà dei titoli odierni tuttavia i tre capitoli di “Uncharted: The Nathan Drake Collection”, sono quanto di più vicino ad un film cinematografico con il giocatore protagonista di tre avventure ricche di azione incessante. Tre giochi capaci ancora oggi di mozzare il fiato attraverso splendidi panorami e le incredibili acrobazie del protagonista. Correre, saltare, cercare tesori e sparare non è mai stato così spettacolare come nella trilogia di Uncharted.

Longevità

Longevità

Tre fantastiche avventure con segreti, tesori da trovare e svelare. Una narrazione dallo stile cinematografico esaltante e tanta azione adrenalinica. Ingredienti sufficienti per giocare e rigiocare i tre titoli per moltissimo tempo, visti anche i cinque livelli di difficoltà.  Si segnalano due interessanti modalità: la prima è il classico “Photo Mode” per scattare foto spettacolari durante il gioco mentre la seconda, è una sorta di gara a tempo denominata “Speed Run” che ci invita a completare ogni capitolo il più velocemente possibile, per poi confrontare i tempi con la nostra lista amici.

Online

Online

Il gioco è privo di campagne e sfide online. Bluepoint Games ha deciso di non includere nessuna delle modalità di sfida online presenti nei capitoli due e tre di Uncharted, dedicando l’intero sviluppo solo al miglioramento tecnico della trasposizione. E’ presente però nel gioco l’invito per la partecipazione alla beta multi-player di Uncharted 4 che sarà disponibile a dicembre.

 

  https://www.youtube.com/watch?v=-mH2SVyBMAQ
Commento Finale - 89%

89%

Le tre spettacolari avventure create da Naughty Dog per PS3 tornano in esclusiva su Playstation 4 grazie ad un edizione remastered affidata ai ragazzi di Bluepoint Games, autori già in passato di altre remastered di successo sulle console Sony. I tre titoli hanno ottenuto dei miglioramenti grafici abbondanti e un incremento della fluidità che ora tocca i 60fps costanti per tutti e tre i capitoli. Non si segnalano grosse novità se non nuovi livelli di difficoltà e la modalità Speed Run. Le tre avventure si rivelano ancora oggi uniche e in grado di divertire e appassionare chiunque. Peccato per l'assenza delle sfide in multiplayer. Da comprare assolutamente se non avete mai giocato uno dei tre capitoli.

User Rating: Be the first one !

About Davide Belardo

Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

uncharted-recensione-film-copertina

Uncharted: alla ricerca dell’oro di Magellano – Recensione

Uncharted: Basato sull’omonima serie di videogiochi, il giovane Spider-Man del Marvel Cinematic Universe è ora …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.