Home / RECENSIONI / Animazione / Nausicaä della Valle del vento di Hayao Miyazaki – Recensione Film
Nausicaä della Valle del vento - 01

Nausicaä della Valle del vento di Hayao Miyazaki – Recensione Film

Abbiamo dovuto aspettare la bellezza di quasi più di trent’anni per vedere distribuito “Nausicaä della Valle del vento” al cinema in Italia. Scritto e diretto dal grande Hayao Miyazaki nel 1984, la storia etica e ambientalista della principessa Nausicaä non ha mai goduto di grossa fortuna nel nostro paese. Trasmessa per la prima, e forse anche l’unica, volta nel gennaio del 1987 su Rai Uno, divisa in maniera sconsiderata in quattro puntate, l’opera è passata quasi inosservata nel nostro paese e, solo grazie alla caparbietà dei fan e, in questo caso è bene sottolinearlo, all’avvento della banda larga, il film ha ottenuto la possibilità di farsi conoscere dal pubblico italiota. Uno zoccolo duro di appassionati andato ben oltre i demeriti di una  logica distributiva folle.

Sebbene concepito prima della fondazione del leggendario Studio Ghibli, “Nausicaä della Valle del vento”, è da tutti i fan riconosciuto moralmente come l’opera prima dello stesso, non solo per la paternità artistica ma anche per i temi trattati: eroine femminili, assenza di cattivi privi di morale, temi ambientali, l’amore di Miyazaki per gli aerei e l’epicità etica della trama. Elementi che in “Nausicaä della Valle del vento” sono tutti presenti e inseriti in un racconto omogeneamente distribuito tra fantascienza, fiaba e post-apocalitico.

Ambientata in un mondo cupo e desolante la narrazione di “Nausicaä della Valle del vento” mescola sapientemente le perplessità di un mondo al collasso e di una società in rovina, con l’ottimismo e la speranza affidata alla sua eroina. Una fiaba matura concepita per educare, non solo i bambini, alla cura e al rispetto di ogni forma di vita. Uno straordinario testamento dell’animazione mondiale che grazie ad un messaggio senza tempo e alle splendide tecniche usate, si segnala ancora oggi come un punto di riferimento per la storia del cinema, non solo animato.

Un epico viaggio della speranza che oggi torna a nuova luce tramite gli sforzi e distribuzione di Lucky Red, che nonostante alcuni grossolani errori, non smetteremo mai di ringraziare abbastanza per la possibilità che ha dato a tutti gli spettatori italiani.

About Davide Belardo

Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

il-buco-michelangelo-frammartino-dvd-bluray-copertina

Il Buco di Michelangelo Frammartino ora in DVD e Bluray

Vincitore del Premio Speciale della Giuria al 78° Festival di Venezia, il nuovo film di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.