Home / CINEMA / L’A.S.S.O. nella manica di Ari Sandel – Recensione Film
L-A.S.S.O.-nella-manica-di-Ari-Sandel-01.jpg

L’A.S.S.O. nella manica di Ari Sandel – Recensione Film

Basato sul romanzo “Quanto ti ho Odiato” di Kody Keplinger, edito in Italia da Newton Compton Editori, il film segna l’esordio alla regia cinematografica di Ari Sandel, Oscar nel 2005 con il corto West Bank Story, alle prese con una pellicola per teenager che attraverso delle piccole variazioni sul tema ci presenta l’intramontabile figura della liceale sfigata.

Caratterizzato dall’acronimo A.S.S.O. , “Amica Sfigata Strategicamente Oscena”, è il classico teen-movie ambientato al liceo che attraverso una struttura ormai collaudata nel tempo ci presenta personaggi e situazioni note che illustrano i comportamenti e le relazioni tipiche dell’adolescenza. Non sfugge alla tradizione ovviamente “The Duff”, titolo originale dell’opera e acronimo di “Designated Ugly Fat Friend (La brutta grassa amica designata)”, commedia adolescenziale molto divertente sostenuta da un utilizzo dei social network per rappresentare genuinamente la modernità di questo periodo storico. Un’opera semplice che senza la ricerca di novità eclatanti conduce in porto una navigazione gradevole, spesso anche divertente, mai veramente volgare, e ricca di considerazioni intelligenti. Meravigliosa la scelta di dipingere la protagonista Bianca Piper (Mae Whitman) come una nerd felice e sveglia e non la solita sfigata che da brutto anatroccolo diventa cigno.

Pellicola che sotto la maschera di progetto ordinario presenta una spiccata vena ironica e un intelligente utilizzo della sensibilità. Assolutamente azzeccata la scelta del cast tanto nei protagonisti quanto nei comprimari. Su tutti la splendida Mae Whitman giovane attrice già apprezzata nella serie televisiva “Parenthood” e ormai in rampa di lancio per il grande pubblico.

About Davide Belardo

Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

pig-recensione-bluray-copertina

Pig – Recensione del Bluray del film con Nicolas Cage

Pig : la nostra recensione del film di Michael Sarnoski con un indimenticabile Nicolas Cage …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.