Home / RECENSIONI / Il Segreto dei suoi occhi (2015) di Billy Ray – Recensione Film
Il Segreto dei suoi occhi (2015) di Billy Ray - 07

Il Segreto dei suoi occhi (2015) di Billy Ray – Recensione Film

A distanza di sei anni dal meraviglioso “Il segreto dei suoi occhi” (2009), film argentino diretto da Juan Josè Campanella e Premio Oscar come miglior film straniero nel 2010, arriva nelle sale la versione americana dell’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo (El secreto de sus ojos) scritto da Eduardo A. Sacheri, edito in Italia da Bur.

Scritto e diretto da Billy Ray (Breach – L’infiltrato), sceneggiatore di successo di pellicole come “Hunger Games” e “Captain Phillips – Attacco in mare Aperto”, “Il segreto dei Suoi occhi”, offre una narrazione raccontata attraverso flashback simile al suo predecessore con un ex agente dell’FBI, Ray Kasten (Chiwetel Ejiofor), da 13 anni ossessionato da un caso rimasto senza un colpevole. Rimescolando le carte in tavola Billy Ray, sacrifica il taglio autoriale dell’adattamento originale in favore di un ritmo più sostenuto e un nucleo di protagonisti più coinvolti e al centro degli avvenimenti. La vittima è ora la figlia di Jess (Julia Roberts) collega dell’agente Kasten, Bumpy (Dean Norris) gioca in parte il ruolo che era di Pablo Sandoval mentre una sempre bella, ma imbruttita dalla chirurgia plastica, Nicole Kindman (Claire), veste i panni che erano di Soledad Villamil. Per avvicinare il pubblico a stelle e strisce alla pellicola è stato scelto infine di trasferire la storia in America e di ambientare la narrazione in un periodo storico intriso di nazionalismo statunitense come la guerra al terrorismo post 11 settembre.

La maggior parte degli americani non ama il cinema d’importazione, motivo per il quale Hollywood investe milioni di dollari per acquistare i diritti di pellicole di successo da reinterpretare in salsa yankee. Una tradizione che si rinnova oggi con questo adattamento di un film praticamente perfetto dato in pasto all’ossessione degli americani per il commerciale. Con un occhio che guarda al recente “Prisoners”, il nuovo “Il segreto dei suoi occhi” si segnala come un discreto e solido thriller convenzionale capace di denunciare in modo frivolo la politica statunitense, sacrificare la verità per un bene più grande, e di offrire una narrazione ricca di colpi di scena piacevoli per chi non ha mai visto l’opera originale.

Un noir intrigante e artisticamente avvolgente diventa oggi un thriller commerciale, perdendo molto della sua complessità d’animo in favore di una linearità narrativa e del ritmo serrato.

About Davide Belardo

Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

racconti-cinema-eyes-wide-shut

Racconti di Cinema – Eyes Wide Shut di Stanley Kubrick con Tom Cruise e Nicole Kidman è veramente un capolavoro?

Ebbene oggi, per il nostro consueto appuntamento con la rubrica dei racconti di Cinema, vi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.