Home / CINEMA / Forza Maggiore di Ruben Ostlund – Recensione Film
Forza Maggiore di Ruben Ostlund - 04

Forza Maggiore di Ruben Ostlund – Recensione Film

Come da titolo , il film si basa sulla grandezza della natura al confronto dell’uomo , sia dal punto di vista macroscopico , cioè di quanto l’uomo sia piccolo in un contesto ampio come quello della montagna , sia a livello introspettivo ovvero quanto l’uomo in gruppo sia inconsciamente simile all’animale come branco. L’uomo visto come capo branco che ritiene la salvezza di se stesso la salvezza del branco intero e la donna vista come protettrice della prole del branco .

Il tutto si svolge in un clima tipico di un film nordico , ovvero con una certa cautela nell’offrire allo spettatore un certo dinamismo, ma senza nulla togliere ai colpi di scena e agli esilaranti momenti che cadono spesso in un ridicolo consapevole e in una comicità sottile e ricca di divertenti situazione stereotipate, gestiti in modo straordinario da una regia impeccabile e super attenta ai dettagli .

La fotografia e i suoni coinvolgono lo spettatore nella storia in continua evoluzione, e lo accolgono completamente in un globo di immensa potenza visiva . Certe scene infatti enfatizzano questo senso di tutto e niente assolutista che si discosta da un pensiero di equilibrio tra nero e bianco, e tra bene e male , e provoca la sensazione di abbandono tipica dell’indifferenza della natura e dell’esasperato istinto di sopravvivenza.

About Daniele Condo

Vive la passione del cinema come una malattia incurabile.

Guarda anche

Tom Cruise, al cinema con Top Gun: Maverick – Ritratto di una star intramontabile tornata alla ribalta in modo stellare

Oramai ci siamo, il sequel iper-annunciato della pellicola firmata dal compianto Tony Scott nell’oramai lontano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.