Home / CINEMA / Dobbiamo parlare – Il nostro incontro con Sergio Rubini e con il cast alla Festa del Cinema di Roma

Dobbiamo parlare – Il nostro incontro con Sergio Rubini e con il cast alla Festa del Cinema di Roma

Uscirà nelle nostre sale il 19 Novembre, Dobbiamo parlare film dal titolo emblematico: due parole tanto semplici ma che alle coppie fanno molta paura, perché quando “si deve parlare” ci sono problemi e la fine dell’amore è annunciata. Nell’ultimo film di Sergio Rubini si parla, e tanto. E alla base di tutte queste parole c’è un puntiglioso e preciso lavoro di scrittura firmata da Rubini e Carla Cavalluzzi insieme allo scrittore Diego De Silva.

Abbiamo incontrato i protagonisti, Isabella Ragonese, Fabrizio Bentivoglio, Maria Pia Calzone e Sergio Rubini alla Festa del Cinema di Roma:

Sergio Rubini: “E’ un film di parole e ho cercato uno scrittore di libri piuttosto che uno sceneggiatore per questo. Avevo in mente i personaggi, il mio riferimento era la commedia all’italiana. Volevo una nottata tipo happening, non una storia claustrofobica, qualcosa che procedesse per ellissi. Il teatro mi ha aiutato, volevo provare il testo con un pubblico e abbiamo fatto una recita aperta. Dalla sceneggiatura poi abbiamo fatto 6 recite, prove aperte per la realizzazione del film.”

Quanto aveva in mente “Chi ha paura di Virginia Wolf”?

“Avendo lavorato con Fellini, ho imparato che i punti di riferimento sono paralizzanti. Avevo in mente dei personaggi. Son partito dai miei attori e ciò che il loro incontro produceva. Costruire un film sul paradosso del parlare è stata una sfida. Spesso usiamo le parole ma le parole ci allontanano.”

Dobbiamo Parlare di Sergio Rubini - 04

Come giudicherebbe il suo personaggio? Come lo avete costruito?

Isabella Ragonese: “La mia è una femminista post moderna, non ha bisogno di avere la patente, non ha bisogno di essere madre, moglie. Ha bisogno di crescere e in questa notte ci riuscirà”.

Maria Pia Calzone: “Ho cercato di interpretare il mio personaggio senza giudicarlo per poterlo poi restituire al pubblico. Siamo eternamente combattuti tra l’amore e il denaro e a seconda del ceto sociale da cui proveniamo questo conflitto diviene più o meno evidente”.

Fabrizio Bentivoglio: “La genesi teatrale mi ha permesso di costruire benissimo il personaggio cercandolo insieme al pubblico in modo da arrivare davanti alla macchina da presa già preparatissimi.”

Isabella Ragonesi “Abbiamo avuto il privilegio e il lusso di poter provare. Questo ha comportato la possibilità di intonarci. Eravamo accordati, rodati. Ciò ha dato credibilità al film, ci ha dato credibilità nei movimenti e anche di guardarci in modo credibile. Linda è un personaggio imploso, in trasformazione, per lei il dobbiamo parlare è una scelta.”

Sergio Rubini: “Volevo puntualizzare che le ragioni che muovono l’azione sono femminili, gli obiettivi che muovono gli uomini sono femminili come lo sono le bugie che raccontiamo. Le due donne sono una la faccia dell’altra, due punti di vista diversi. Linda puntualizza, sembra quasi una guastafeste, ma poi diviene l’eroina, quella che vuole la verità a tutti i costi. Sarà lei a sconvolgere il ritmo anche delle parole, il quartetto si sfascia perchè lei prende questa decisione.”

Leggi la recensione del film 

Dobbiamo Parlare di Sergio Rubini - 03

About Federica Rizzo

Campana doc, si laurea in Scienze delle Comunicazioni all'Università degli Studi di Salerno. Web & Social Media Marketer, appassionata di cinema, serie tv e tv, entra a far parte della famiglia DarumaView l'anno scorso e ancora resiste. Internauta curiosa e disperata, giocatrice di Pallavolo in pensione, spera sempre di fare con passione ciò che ama e di amare follemente ciò che fa.

Guarda anche

avatar-james-cameron-cinema-copertina

Avatar – Abbiamo incontrato James Cameron per il suo ritorno al cinema!

Aspettando Avatar: La via dell’acqua: la conferenza stampa di James Cameron e il cast per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.