Home / Archivio Tag: Movies Inspired

Archivio Tag: Movies Inspired

L’Anno che Verrà – Recensione del film di Grand Corps Malade e Mehdi Idir

anno-che-verra-recensione-film-copertina

L’Anno che Verrà: A ridosso della ripresa dell’anno scolastico in questo 2020 particolare, vi parliamo di questo insolito anno in una scuola media della periferia di Parigi. Samia (Zita Hanrot), giovane ispettrice scolastica alle prime armi, si trasferisce dall’Ardèche nel municipio di Saint-Denis, per lavorare in unasuola media considerata problematica. …

Continua a leggere »

Il Primo Anno – La distorsione dei metodi di selezione scolastica attraverso la lente di una amicizia – Recensione

il-primo-anno-recensione-film-copertina

Il Primo Anno: Al cinema dal 2 settembre con Movies Inspired, il film di Thomas Lilti, designato Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI. Antoine (Vincent Lacoste) e Benjamin (William Lebghil) frequentano l’anno di preiscrizione della competitiva facoltà Medicina di Parigi. Per Antoine medicina è una scelta …

Continua a leggere »

Ema: una pellicola originale, seducente ed estremamente vicina alla videoarte – Recensione

ema-recensione-film-copertina

Ema: Pablo Larraín realizza un film coraggioso e profondamente diverso dai suoi precedenti capolavori. Ema (Mariana di Girolamo), una giovane ballerina, vuole una famiglia ed è disposta a tutto per ottenerla. Lei e Gaston(Gael García Bernal) avevano adottato Polo (Cristián Suárez) (un bambino di sei anni) ma, incapaci di gestirlo, lo hanno …

Continua a leggere »

Daunbailò – Un film sulla giustizia e sulla necessità di fuggire sempre da qualche parte – Recensione

daunbailo-recensione-film-copertina

Daunbailò: A partire dal titolo della versione italiana, si comprende come Jim Jarmusch voglia utilizzare il personaggio italiano di Benigni, con il suo inglese maccheronico, per costruire un gioco di linguaggi e suoni onomatopeici tra la necessità di alcuni personaggi di parlare sempre e cantare filastrocche in gruppo, a quella …

Continua a leggere »

Nel Nome della Terra – Un film iperrealista che descrive con sensibilità il mondo contadino e i rapporti familiari – Recensione

nel-nome-della-terra-recensione-film-copertina

Nel Nome della Terra: Eduard Bergeon, noto documentarista , realizza un film di finzione sentito, duro ed estremamente realistico. Pierre (Guillaume Canet), dopo aver gestito per anni un ranch in Wyoming, torna in Francia per mettere su famiglia e rilevare la fattoria paterna. Vent’anni dopo ha una famiglia felice, un’attività di …

Continua a leggere »