Home / RECENSIONI (pagina 107)

RECENSIONI

Humandroid di Neill Blomkamp – Recensione Film

Humandroid di Neill Blomkamp - 01

Ogni bimbo viene al mondo pieno di promesse e nessuno più di Chappie: lui è un talento, è speciale, un prodigio. Come ogni bambino, Chappie verrà influenzato dagli ambienti che lo circondano – alcuni buoni, altri meno – affidandosi al cuore ed all’anima per trovare la sua strada nel mondo e diventare un uomo. Ma c’è una cosa che rende Chappie diverso da chiunque altro: è un robot. Il primo ed unico robot in grado di pensare ed avere sentimenti. L’idea è alquanto pericolosa - ed è una sfida che metterà Chappie di fronte a potenti forze distruttive, impegnate a porre fine alla sua specie.

Continua a leggere »

Ameluk di Mimmo Mancini – Recensione Film

Ameluk di Mimmo Mancini - 02

Si possono raccontare in 98 minuti, paradossalmente parlando, tutte le paure che attanagliano il nostro periodo storico non spostandosi mai dalla Puglia? Questo è quello che Mimmo Mancini, regista e co-sceneggiatore insieme a Carlo Dellonte del film Ameluk, cerca di fare nella curatissima, pungente e mai scontata commedia in uscita il …

Continua a leggere »

Wild di Cheryl Strayed – Recensione Libro

Wild di Cheryl Strayed - Recensione Libro - cover front

Dopo la morte prematura della madre, il traumatico naufragio del suo matrimonio, una giovinezza disordinata e difficile, Cheryl a soli ventisei anni si ritrova con la vita sconvolta. Alla ricerca di sé oltre che di un senso, decide di attraversare a piedi l'America selvaggia tra montagne, foreste, animali selvatici, rocce impervie, torrenti impetuosi, caldo torrido e freddo estremo. Una storia di avventura e formazione, di fuga e rinascita, di paura e coraggio. Una scrittura intensa come la vicenda che racconta, da cui emergono con forza il fascino degli spazi incontaminati e la fragilità della condizione umana di fronte a una natura grandiosa e potente.

Continua a leggere »

Wild di Jean Marc Vallee – Recensione Film

Wild 01

Nell'America degli anni '90 una ragazza rimasta sola con il proprio fratello dopo la morte improvvisa della madre e la fine del proprio matrimonio, chiusa nella dipendenza dall'eroina decide di affrontare il Pacific Crest Trail a piedi, più di 1.600 Km in totale solitudine macinati in più di due mesi. In questo periodo ripensa a quello che le è successo e che è determinata a superare con un'impresa che pare superiore alle sue forze.

Continua a leggere »