Home / RECENSIONI / Fantascienza / Young Ones – L’ultima generazione, recensione del film con Michael Shannon, Nicholas Hoult ed Elle Fanning

Young Ones – L’ultima generazione, recensione del film con Michael Shannon, Nicholas Hoult ed Elle Fanning

Oggi, recensiamo Young Ones – L’ultima generazione. Scritto e diretto da Jake Palrow, fratello minore di Gwyneth Paltrow.

Film del 2014 che, con netto ritardo, viene distribuito soltanto ora in Italia. Non nelle sale, però. Bensì in streaming. In quanto, Young Ones – L’ultima generazione non è uscito nei nostri cinema ma è attualmente visionabile sulle piattaforme SKY PRIMAFILA, CHILI, RAKUTEN, TIM VISION, APPLE TV, GOOGLE PLAY, CG DIGITAL e THE FILM CLUB.

Young Ones – L’ultima generazione è l’opus numero due di Paltrow. Il cui esordio dietro la macchina da presa per un lungometraggio è avvenuto, infatti, nel 2007 con The Good Night.

Nel tempo intercorso fra la sua prima regia e quella del film da noi qui preso in considerazione, Paltrow ha lavorato per la televisione, dirigendo inoltre un paio di episodi di Boardwalk Empire (set sul quale ha conosciuto e solidificato l’affiatata sua amicizia con uno degli interpreti, per l’appunto, di Young Ones, Michael Shannon) e soprattutto realizzando il bel documentario su Brian De Palma, intitolato semplicemente De Palma.

Trama:

in una landa desolata ove impera la siccità e le risorse acquifere dunque totalmente scarseggiano, il quattordicenne Jerome Holm (Kodi Smit-McPhee, già interprete di un film dalla tematica e dalle ambientazioni simili, ovvero The Road di John Hillcoat con Viggo Mortensen) deve far fronte ai dilemmi più reconditamente pericolosi e primordiali della sua giovanissima coscienza d’adolescente acerbo e timido, profondamente perturbato per di più quando scopre, scioccato, che suo padre  Ernest (Michael Shannon) è stato vilmente ucciso dal perfido e vanaglorioso cognato Flem Lever (Nicholas Hoult).

Young Ones – L’ultima generazione dura un’ora e quaranta minuti ed è difficilmente categorizzabile in qualsivoglia genere cinematografico preciso.

Poiché, dopo un incipit incalzante da action sui generis, compatto, teso e nervoso, languidamente immerso in romantiche, polverose atmosfere d’un deserto arido e caliginoso, sostenuto da ossessive ballate semi-country, la pellicola assume i contorni assai approssimativi d’un distopico movie indeciso se intraprendere una linea nettamente autoriale oppure percorrere fermamente la strada d’un normale thriller psicologico dai dialoghi rarefatti e le scarne scenografie dalle indigeste location oniriche.

Rimanendo dunque sospeso, a livello cinematograficamente conflittuale, perfino concettuale, fra notevoli spunti interessanti e un’ottima direzione attoriale, per cui svetta ancora una volta la magnetica presenza affascinante di Elle Fanning, e la soporifera sua arabesca struttura narrativa decisamente poco coesa. Perdendosi e sfaldandosi, man mano che procede la visione, tra superflue inquadrature che vorrebbero apparire suggestive, invece risultano solamente esteticamente stucchevoli, e sovrabbondati primi piani banali e accessori dei visi dei protagonisti.

Perché guardare Young Ones

La recitazione degli attori è di alta scuola e si distingue al solito la presenza carismatica del consueto, ipnotico Michael Shannon. Che compare poco ma, grazie al guizzo usuale dei suoi occhi espressivamente cangevoli, riesce come sempre a trasmettere forte pathos.

Jake Paltrow, a dispetto di questo clamoroso, primo passo falso soltanto alla sua seconda prova dietro la macchina da presa, è assai giovane e comunque, nonostante non riesca ad amalgamare qui coerentemente la sua poetica, rendendola omogenea, possiede senza dubbio un bel gusto immaginifico. Talvolta, inoltre, riesce a stupirci nella noia generale con rari tagli espressionistici ben filmati.

Perché non guardare Young Ones

Young Ones – L’ultima generazione è facilmente comprensibile che abbia avuto difficoltà a trovare una normale distribuzione. Non solo presso di noi. Poiché fallisce come robusto film d’autore, in quanto palesemente artefatto, altresì non funzionando come pellicola di puro intrattenimento. A causa della sua labirintica struttura diegetica completamente priva di pathos. Ahinoi, invece, pregna di calligrafiche riprese quasi sempre davvero poco emozionanti.

Young Ones – L’ultima generazione è il classico film assai seducente a livello prettamente visivo, però disorganicamente, eccessivamente manierato. Quindi, decisamente non molto appassionante.

Young Ones – L’ultima generazione è disponibile a noleggio sulle maggiorni piattaforme digitali dal 13 luglio per la distribuzione di Cloud 9 Film.

Regia: Jake Paltrow. Con: Nicholas Hoult, Michael Shannon (II), Kodi Smit-McPhee, Elle Fanning, Aimee Mullins, Alex McGregor, Andy McPhee, Robert Hobbs, David Butler (IV), Liah O’Prey, David Clatworthy, Christy Pankhurst, Carel NelAzione Ann0: 2014 Durata: 100 min. Paese: USA Distribuzione: Cloud 9 Film

About Stefano Falotico

Stefano Falotico
Scrittore di numerosissimi romanzi di narrativa, poesia e saggistica, è un cinefilo che non si fa mancare nulla alla sua fame per il Cinema, scrutatore soprattutto a raggi x delle migliori news provenienti da Hollywood e dintorni.

Guarda anche

cursed-recensione-serie-tv-copertina

Cursed – Recensione della serie di Netflix e le differenze rispetto al libro

Cursed: la recensione della serie TV targata Netflix con annessa analisi delle differenze rispetto al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.