venerdi-12-leo-ortolani-edizione-definitiva-bao-copertina
Home / CULTURAL / Venerdì 12 di Leo Ortolani in edizione definitiva con Bao

Venerdì 12 di Leo Ortolani in edizione definitiva con Bao

Venerdì 12: Un grande classico di Leo Ortolani, nella sua edizione definitiva. Un autentico zibaldone comico della sfiga in amore, dal lieto fine inaspettato. Disponibile il libreria dal 1 ottobre 2020 con BAO Publishing.

BAO Publishing è orgogliosa di annunciare l’uscita di Venerdì 12, un grande classico di Leo Ortolani, nella sua edizione definitiva. 

Aldo ama Bedelia, ma Bedelia ama per un tempo brevissimo, poi passa a un altro. Nel tentativo di riconquistarla, Aldo acquisisce un carillon magico, ma non ascolta le controindicazioni sul suo utilizzo. Si ritrova così maledetto e di aspetto ripugnante, finché non riconquisterà Bedelia, o troverà il vero amore.

Le storie delle pene d’amore di Aldo, affiancato dal memorabile maggiordomo Giuda, sono un cult del Fumetto italiano e tra le opere più amate di Leo Ortolani.Ma non è la sola novità di Leo Ortolani nell’autunno di BAO. In arrivo infatti, dal 29 ottobre, c’è anche l’attesissimo inedito Bedelia, che vede protagonista proprio la Bedelia che spezzò il cuore di Aldo in Venerdì 12, ma questo libro è completamente indipendente, così come, per dire, lo è Cinzia rispetto a Rat-Man. 

venerdi-12-leo-ortolani-edizione-definitiva-bao-1

La saga arriva in libreria nella sua edizione definitiva, comprensiva di una versione alternativa di una delle storie più emblematiche, “Il quadro!” e una nutrita cover gallery, oltre alla copertina inedita, impreziosita dai colori di Larry Ortolani.

Ma non è la sola novità di Leo Ortolani nell’autunno di BAO. In arrivo infatti, dal 29 ottobre, c’è anche l’attesissimo inedito Bedelia, che vede protagonista proprio la Bedelia che spezzò il cuore di Aldo in Venerdì 12, ma in una storia indipendente, così come, per dire, lo è Cinzia rispetto a Rat-Man. 

Venerdì 12  è disponibile il libreria dal 1 ottobre 2020

Leo Ortolani, nato a Pisa nel 1967 e trasferitosi dopo un anno a Parma, è uno dei più importanti e apprezzati fumettisti italiani. Le sue opere, dallo stile ironico e pungente, gli sono valse numerosi riconoscimenti.

venerdi-12-leo-ortolani-edizione-definitiva-bao-02

Il suo esordio avviene nel 1989, quando per la collana Spot della Casa editrice Comic Art pubblica la prima storia di quello che diventerà il suo personaggio più celebre: Rat-Man. La breve storia RAT-MAN, nel 1990 gli vale il premio “Spot” come “Miglior sceneggiatore esordiente”. Da questo momento, Ortolani inizia la collaborazione con la fanzine Made in Usa, per cui realizza altre storie di Rat-Man e un apprezzato ciclo di quattro storie sui Fantastici Quattro.

Dal 1995, le Edizioni Foxtrot e successivamente le Edizioni Bande Dessinée pubblicano la serie autoprodotta di RAT-MANOrtolani realizza anche alcune parodie di celebri film, dando così vita a un tipo di produzione che si caratterizzerà come punto forte del suo percorso artistico.

Nel 1997, la Panini Comics (allora Marvel Italia) inizia la pubblicazione regolare delle storie del personaggio, tramite la serie Rat-Man Collection. Visto il grande successo ottenuto, nel corso degli anni alla serie regolare si affiancano diverse ristampe (Tutto Rat-Man, Rat-Man Color Special, Rat-Man Gigante), numerose parodie (Star-Rats, Il Signore dei Ratti, 299+1, Avarat, Allen, Il grande Magazzi, Ratolik) e una serie animata realizzata da Stranemani e Rai Fiction e supervisionata da Ortolani stesso.

Parallelamente a Rat-Man, sempre per la Panini Comics, si affianca la fortunata serie Venerdì 12, che viene raccolta nel 2008 in un corposo Omnibus. Nel 2011, per la Casa editrice Sperling & Kupfer, pubblica il libro Due figlie e altri animali feroci – Diario di un’adozione internazionale. Nel 2013, in occasione del Lucca Comics & Games, presenta la rivista Comics & Science (edita dal CNR), in cui è presente una storia della serie parodistica Misterius. La serie, che nel corso degli anni è comparsa anche su Rat-Man Collection, nel 2016 torna all’interno della rivista scientifica Mate. Nel 2015 collabora ai testi dello spettacolo di Arturo Brachetti, Brachetti che sorpresa, che verrà replicato 200 volte, fino al gennaio 2016, diventando lo spettacolo più replicato in Italia degli ultimi dieci anni. Nel 2017, Ortolani pubblica C’è spazio per tutti (Panini), in collaborazione con A.S.I. (Agenzia Spaziale Italiana) e E.S.A. (European Space Agency).

Sul suo blog, “Come non detto” (www.leortola.wordpress.com), da qualche anno pubblica le recensioni a fumetti dei più grandi successi cinematografici recenti. La raccolta delle recensioni, insieme ad altre inedite, viene pubblicata per la prima volta nel 2016 dalla Casa editrice BAO Publishing nel volume Cinemah presenta – Il buio in sala. La collaborazione con BAO Publishing continua e, nel 2017, viene riproposto il fortunato Oh! Le meraviglie, con alcune storie inedite; nel 2018, viene pubblicato il graphic novel Cinzia, che vede come protagonista l’omonimo e amatissimo personaggio della saga di Rat-Man; nel 2019 è la volta della riedizione di Due Figlie e altri animali feroci, con numerose pagine inedite a fumetti, e del secondo volume delle sue irriverenti recensioni cinematografiche dal titolo Il buio colpisce ancora.

About Davide Belardo

Davide Belardo
Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

la-taverna-di-mezzanotte-tokyo-stories-2-yaro-abe

La Taverna di Mezzanotte: Tokyo stories: 2 – Torna il manga di Yaro Abe

La Taverna di Mezzanotte: Tokyo stories: 2: Nel piccolo ristorante che si nasconde fra i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.