Home / RECENSIONI / Una Sirena a Parigi – Quando Amélie incontra la sirenetta – Recensione

Una Sirena a Parigi – Quando Amélie incontra la sirenetta – Recensione

Una Sirena a Parigi: Lo scrittore e musicista Mathias Malzieu torna alla regia portando sul grande schermo una pellicola, tratta dall’omonimo libro edito in Italia da Feltrinelli, colma di colori e bellezza alla ricerca della poesia perduta in un mondo senza fascino.

Gaspard Snow (Nicolas Duvauchelle) è il discendente di un clan di artisti che ha fatto grande il Flowerburger, locale parigino collocato su una barca sulle rive della senna noto per essere il ritrovo di molti artisti da diverse generazioni che è stato messo su dai suoi genitori.

una-sirena-a-parigi-recensione-film-02

Disilluso dall’amore e appeso ad un passato artistico glorioso di cui non accetta il declino, Gaspard, ha serrato il suo cuore in maniera talmente determinata da essere immune al canto di una sirena la cui voce è in grado di rapire ad uccidere l’animo degli sfortunati uomini che la incrociano sul loro cammino. Deciso comunque a salvare la sirena ferita che trova sanguinante sulle rive della senna, l’uomo non sarà in grado di resistere e vedrà il suo animo dischiudersi inesorabilmente al cospetto della bellissima Lula (Marilyn Lima) che sguazza nella vasca del suo appartamento.

una-sirena-a-parigi-recensione-film-02

Cosa funziona in Una Sirena a Parigi

Artista a 360 gradi Mathias Malzieu porta sui grandi schermi estivi una favola debitrice di tanta letteratura e cinematografia per portare sul grande schermo la sua versione della bellezza che salverà il mondo. Colmo di colori e di gioia Una sirena a Parigi strizza l’occhio a quella produzione cinematografica francese sognante, Il meraviglioso mondo di Amélie fra tutti, in grado di restituire al voglia di vivere anche ai cuori più cupi.

una-sirena-a-parigi-recensione-film-03

Perché non guardare Una sirena a Parigi

Se la pellicola è una gioia per gli occhi e per le orecchie, Una sirena a Parigi non gode di una scrittura particolarmente originale proponendo dinamiche piuttosto telefonate. Sarebbe stato utile prestare maggiore attenzione alle dinamiche narrative che penalizzano una pellicola piacevole soprattutto dal punto di vista delle ambientazioni che non per la narrazione che avrebbe avuto necessità di maggiore originalità.

In uscita il prossimo 20 agosto grazie alla distribuzione di Vision Distribution e Cloud 9 Film, Una sirena a Parigi, è la favola d’amore di fine estate che i romantici senza grandi pretese adoreranno.

Regia: Mathias Malzieu Con: Tchéky Karyo, Rossy De Palma, Marilyn Lima, Romane Bohringer, Nicolas Duvauchelle Anno: 2020 Durata: 102 min. Paese: Francese Distribuzione: Vision Distribution, Cloud 9

About Eleonora Freso

Eleonora Freso

Guarda anche

resistance-la-voce-del-silenzio-recensione-bluray-copertina

Resistance – La Voce del Silenzio – Recensione del Bluray del Film

Resistance – La Voce del Silenzio: Dopo l’uscita a noleggio sulle piattaforme digitali è ora …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.